Concorso scuola 2015: chi potrà partecipare al bando di dicembre?

Il bando per il concorso scuola 2015 è stato annunciato entro il 1 dicembre: ecco chi potrà partecipare. Tutte le novità dopo l'approvazione definitiva de La Buona Scuola.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Il bando per il concorso scuola 2015 è stato annunciato entro il 1 dicembre: ecco chi potrà partecipare. Tutte le novità dopo l'approvazione definitiva de La Buona Scuola.

Entro il 1 dicembre 2015 sarà pubblicato il bando per il concorso scuola 2015. Il Miur, quindi, a differenza di quanto annunciato in precedenza si prende due mesi di tempo in più.   Il bando del concorso scuola 2015 era stato annunciato entro il 1 ottobre ma al Ministero necessità del tempo in più per riuscire, dopo l’approvazione definitiva della Buona Scuola, tarare la macchina della scuola facendo in modo che le esigenze che derivano dall’organico dell’autonomia non cozzino con la preparazione del concorso a cattedre che servirà per stanziare 60mila nuove assunzioni.   Con il bando, infatti, si cercherà di andare a coprire, in base anche alle risorse disponibili, tutti i posti vacanti nell’organico dell’autonomia, più, ovviamente, i posti che nel triennio successivo alla pubblicazione delle graduatorie di merito, si renderanno disponibili.   Chi potrà partecipare al concorso che sarà bandito il prossimo dicembre? Tutti i docenti abilitati da TFA, Pas, lauree abilitanti e tutti i docenti in possesso di diploma magistrale ottenuto prima dell’anno scolastico 2001/2002. Per i poti di sostegno potranno partecipare alla relativa classe di concorso soltanto i docenti in possesso di specializzazione ma non potrà partecipare il personale docente già assunto con contratto a tempo indeterminato in scuole statali.   I 60mila nuovi assunti entreranno nel ruolo unico regionale e dovranno assoggettarsi al potere di chiamata dei dirigenti che potranno attribuire loro incarichi triennali rinnovabili. Proprio per questo motivo i docenti dovranno scegliere la preferenza in ambito regionale compresa la Regione per cui hanno concorso.   Nel bando di concorso di dicembre non sono previste quote riservate ma per le abilitazioni all’insegnamento conseguite con procedure selettive pubbliche, come ad esempio TFA e PAS, c’è la possibilità di riconoscimento di maggior punteggio. Sarà valutato, sempre con un punteggio maggiore, anche il servizio a tempo determinato prestato nelle scuole statali di ogni ordine e grado.   Le graduatorie che saranno stilate al termine del concorso avranno validità triennale a decorrere dall’anno scolastico successivo a quello della loro approvazione. Perderanno validità, inoltre, con la pubblicazione delle graduatorie del concorso successivo, o comunque alla scadenza del trinennio.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Concorso scuola

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.