Concorso navigator, ultime notizie: dove si farà la prova scritta di selezione?

Concorso navigator 2019: ecco dove si farà (probabilmente) e come si svolgerà la prova scritta di selezione dei candidati. In attesa del bando ecco le ultime novità.

di , pubblicato il
Guide e accompagnatori turistici

Continuano ad arrivare a gocce gli aggiornamenti sul concorso navigator 2019 che in tanti, con i requisiti per candidarsi, stanno aspettando. Per il momento sono ancora diversi i nodi da sciogliere tanto che, facendo due conti, sarà realisticamente difficile pensare che questi tutor saranno effettivamente operativi prima di fine estate/inizio settembre. Se infatti consideriamo che, dopo l’assunzione, occorrerà un periodo di formazione, i tempi entro i quali i navigator assunti riusciranno ad essere un aiuto concreto per i beneficiari del reddito di cittadinanza nella ricerca di un’occupazione, si allungano inevitabilmente.

Concorso navigator: che cosa manca

Ad oggi, nonostante il reddito di cittadinanza sia partito il 6 marzo scorso, non è stata ancora scelta la società che selezionerà i curricula dei navigator (se ne attendono circa 100.000 per 3.000 contratti di collaborazione disponibili suddivisi tra le Regioni a seconda delle loro esigenze) ed il bando con i requisiti ufficiali per diventare navigator arriverà solo dopo il raggiungimento dell’accordo con le Regioni.

Dove e come si svolgerà la prova per diventare navigator

Un primo aggiornamento riguarda la location della prova di selezione navigator: il primo bando per la ricerca della struttura  in cui si svolgerà il test infatti era andato deserto mentre l’unica risposta al secondo tentativo è stata data dalla Fiera di Roma. E’ qui quindi che si svolgerà la prova del concorso navigator? Al momento non è sicuro al 100%. Bisognerà attendere il 23 aprile, termine che Anpal servizi ha dato a Ergife Spa e Palazzo dei Congressi per rispondere all’invito alla procedura negoziata.

Per quanto riguarda l’iter di svolgimento della prova ricordiamo che sono richiesti da un minimo di due ad un massimo di sei giorni con due sessioni ogni giorno da 5.000-10.000 candidati (quindi al massimo 20.000 persone ogni giorno). A questo proposito Anpal ha già chiarito che sono previsti slittamenti temporali senza applicazione di penali. Anpal servizi si riserva anche la possibilità di non dare seguito alle procedure di gara nel caso in cui sopravvengano “cause di forza maggiore” senza che la società che si aggiudica l’appalto possa avanzare nessuna pretesa.

Ad ogni modo per non protrarre troppo a lungo la fase di svolgimento della prova scritta, soprattutto nel caso in cui i curricula pervenuti saranno più di quelli preventivati, non è escluso che venga effettuata una prima scrematura dei candidati sulla base dei titoli (sembra abbandonata invece l’idea di un colloquio sia per i costi sia per i tempi che una simile alternativa comporterebbe).

Ricordiamo che la prova prevede, stando alle ultime voci, un test di 100 quesiti di cultura generale a risposta multipla. Le domande saranno estrapolate da un database di 1.500 test “in relazione alle materie oggetto dell’esame della prova selettiva, rispettando le percentuali stabilite”. Le materie sulle quali verteranno i quesiti saranno in tutto dieci. Più nello specifico:

  • cultura generale (10%);
  • psicoattitudinali (10%);
  • logica (10%);
  • informatica (10%);
  • modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro (10%);
  • reddito di cittadinanza (10%);
  • disciplina dei contratti di lavoro (10%);
  • sistema di istruzione e formazione (10%);
  • regolamentazione del mercato del lavoro (10%);
  • economia aziendale (10%).

Per quanto riguarda la destinazione di lavoro dopo l’eventuale assunzione, i navigator probabilmente saranno chiamati a specificare già in prima battuta una preferenza: l’accordo con le Regioni sul quale basare le graduatorie regionali o provinciali dovrebbe essere pubblicato prima del bando per la selezione dei navigator.

Per approfondire:

Quando saranno assunti i navigator e fino ad allora come funzionerà il reddito di cittadinanza?

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,