Concorso Ministero della Giustizia: bando per 150 Funzionari Giudiziari

Cosa sapere sul bando di concorso per 150 Funzionari Giudiziari del Ministero della Giustizia.

di , pubblicato il
Concorso Ministero della Giustizia per 2.700 cancellieri esperti

Il Ministero della Giustizia ha indetto un concorso per assumere 150 Funzionari Giudiziari che saranno assunti a tempo indeterminato, area funzionale terza, fascia economica F1. Vediamo quali sono i requisiti e come candidarsi. 

Concorso per 150 funzionari, requisiti

Il Ministero della Giustizia assume 150 funzionari laureati di cui:

-32 posti previsti per il Distretto della Corte di Appello di Bologna

-44 posti per il Distretto della Corte di Appello di Milano

-13 posti per il Distretto della Corte di Appello di Brescia

-30 posti per la Corte di Appello di Torino

-31 posti per la Corte di Appello di Venezia.

Il 30% dei posti sarà riservato ai volontari delle FF.AA. 

Per poter inviare la candidatura è necessario possedere alcuni requisiti tra cui la cittadinanza italiane e UE o altre categorie indicate nel bando, avere almeno 18 anni, idoneità fisica all’impiego, godimento dei diritti civili e politici, non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, assenza di condanne penali, posizione regole degli obblighi di leva. Si richiede anche la laurea in Scienze dei servizi giuridici o scienze dell’economia e gestione aziendale o scienze economiche o scienze politiche oppure giurisprudenza, economia e commercio, scienze politiche oppure la laurea specialistica o magistrale in Relazioni internazionali, Scienze della pubblica amministrazione etc. L’elenco di tutte le lauree ammesse è indicato nel bando di concorso. 

Si richiedono anche alcuni requisiti specifici come aver prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria per almeno 3 anni senza demerito, avere svolto le funzioni di magistrato onorario per almeno 5 anni senza sanzioni, essere iscritti all’albo degli avvocati per almeno 5 anni di seguito, avere svolto per almeno 5 anni attività di docenza in materie giuridiche presso scuole secondarie di secondo grado, avere prestato servizio nelle forze di polizia nel ruolo di ispettori per almeno 5 anni, aver conseguito un titolo di dottore di ricerca in materie giuridiche e aver svolto attività lavorativa per almeno 6 mesi presso una PA o per almeno 5 anni in posizione funzionale.

 

Scadenza domanda

I candidati possono inviare la candidatura entro il 27 dicembre, in seguito è prevista una prova orale e la valutazione dei titoli. La domanda si può inviare collegandosi alla pagina del Ministero dedicata ai concorsi. 

Vedi anche: Concorso Ministero della Giustizia: bando per 400 direttori a tempo indeterminato

Argomenti: , , ,