Concorso consigliere parlamentare alla Camera 2020: date delle prove

Si svolgeranno a gennaio le prime prove per il concorso per consigliere parlamentare alla Camera 2020.

di , pubblicato il
Guide e accompagnatori turistici

Sono uscite le date delle prove per il concorso da consigliere parlamentare alla Camera 2020. I posti a disposizione sono solo 30 ma sono giunte ben 25mila domande. Essendo il numero molto alto, durante il mese di gennaio si svolgeranno delle prove preselettive e solo 400 candidati passeranno al turno successivo. 

Date delle prove 

Il concorso per consigliere parlamentare alla Camera prenderà il via dal 21 gennaio con le prime prove preselettive che si svolgeranno fino al 23 gennaio presso la Nuova fiera di Roma. Le prove consisteranno in quiz con 100 domande che serviranno per effettuare una prima scrematura delle candidature.

Info sulle prove

I 400 che avranno superato le prove preselettive infatti accederanno alla fase successiva che consiste in 6 prove basate su alcune materie come diritto costituzionale, storia d’Italia dal 1848, diritto e procedura parlamentare, diritto amministrativo o politica economica, diritto civile o dell’Unione Europea. Per 5 delle prove indicate i candidati avranno a disposizione ben 6 ore. La sesta prova, invece, verterà su una sintesi in inglese, un elaborato di carattere giuridico o economico in cui non sarà possibile usare il dizionario. In questo caso saranno 3 le ore a disposizione. Dopo le 6 prove i candidati che avranno superato i vari step potranno accedere agli orali, che ugualmente si baseranno sulle materie su indicate oltre a contabilità dello Stato e degli enti pubblici e organizzazione aziendale. 

Come scrive La Repubblica, che riporta le parole di uno dei docenti che sta partecipando ai corsi di preparazione, si tratta del “concorso più duro in Italia negli ultimi cinquant’anni, ed è volutamente arduo per una corretta selezione del personale che lavorerà alla Camera. E’ anche una risposta implicita all’antipolitica. Chi entrerà a lavorare a Montecitorio dovrà davvero sapersi destreggiare tra leggi, codici, lingue, storia ed economia. E il concorso punta a dimostrare che chi lavora in questi organi non solo è competente, ma ha una vera passione per le istituzioni democratiche di questo Paese“.

 

Per poter partecipare, ricordiamo, non bisogna aver superato 45 anni di età, mentre per lo stipendio, almeno inizialmente si percepiranno 2.500 euro mensili.

Tutte le informazioni complete sull’avviso si trova a questa pagina

Leggi anche: Concorso Mibact 2020: le date delle prove preselettive

Argomenti: , , ,