Compravendita, ecco cosa cambia con la Stabilità 2014

Prezzo compravendita da depositare presso un notaio che ha l'obbligo di aprire un conto corrente dedicato.

di , pubblicato il
Prezzo compravendita da depositare presso un notaio che ha l'obbligo di aprire un conto corrente dedicato.

Prezzo della compravendita immobiliare, quindi dell’acquisto di una casa da depositare presso un notaio che lo versa in un conto corrente dedicato e lo consegna al venditore. Nasce così l’obbligo di aprire un conto corrente dedicato per i notai con la legge di stabilità 2014 in cui versarvi il prezzo della compravendita di una casa. Ecco cosa cambia con la legge n. 147 del 2013.

 Obbligo Pos professionisti

Pagamento non più in contanti e come tale obbligo di Pos dal 1 gennaio  2014 per i professionisti, ma con alcune eccezioni, mentre per i notai nasce l’obbligo di aprire un conto corrente dedicato ove depositare le somme percepite a titolo di onorari, diritti, rimborsi spese, ecc. Una novità importante ha introdotto la legge di stabilità 2014, la legge n. 147 del 2013 per quanto riguarda i professionisti e l’obbligo di pagamento in contanti. Viene infatti previsto l’obbligo del Pos per chi ha un fatturato di 200mila euro annui e per importi sopra i 30 euro, almeno nella prima fase iniziale fino a giugno per intenderci per poi estendersi a tutti. ( Si veda Pos professionisti, ecco per chi scatta l’obbligo). 

Obbligo conto corrente notai: ecco cosa depositarvi

Una novità che produce conseguenze ovviamente per i professionisti quali avvocati, commercialisti, notai, ecc Proprio in riferimento però ai notai c’è un ulteriore novità. Essi infatti avranno l’obbligo anche di istituire un conto corrente dedicato. Nel conto corrente dedicato il notaio dovrà versarvi:

–  tutte le somme dovute a titolo di onorari, diritti, accessori, rimborsi spese e contributi, nonché di tributi per i quali lo stesso è sostituto o responsabile d’imposta relativamente agli atti ricevuti o autenticati e soggetti a pubblicità immobiliare o alle attività e prestazioni per i quali gli stessi siano delegati dall’Autorità giudiziaria,

–  ogni altra somma (anche a titolo di imposta per le dichiarazioni di successione) soggetta all’obbligo di annotazione nel registro delle somme e dei valori ex Legge n.

64/34,

–  l’intero prezzo o corrispettivo o del saldo di contratti di trasferimento, costituzione, estinzione della proprietà o altro diritto reale su immobili o aziende.

 Compravendita e conto corrente dedicato

L’obbligo del conto corrente dedicato aperto dal notaio cambia le regole per la compravendita immobiliare. In particolare sarà il notaio che riceverà in deposito dall’acquirente il prezzo della compravendita di immobili e anche aziende. Dopo aver trascritto il contratto di compravendita immobiliare nei registri immobiliari o, per il contratto di cessione di azienda, nel registro delle imprese. Si dovrà comunque attendere l’emanazione del regolamento attuativo, entro 120 giorni dalla pubblicazione in GU della legge di stabilità 2014, avvenuta il 27 dicembre scorso.

Argomenti: ,