Compensazione crediti P.A.: il nuovo modello F24

Quali requisiti e condizioni prevede il nuovo modello F24 predisposto per la compensazione dei crediti con la Pubblica Amministrazione?

di , pubblicato il
Quali requisiti e condizioni prevede il nuovo modello F24 predisposto per la compensazione dei crediti con la Pubblica Amministrazione?

E’ disponibile online il nuovo modello F24, disposto ex provvedimento direttoriale del 31 gennaio scorso, e creato ad hoc per  la compensazione dei crediti con la Pa. Quest’ultimo è destinato quindi a tutti i contribuenti che vantano somme certificate dovute dalla Pubblica amministrazione

Tramite il nuovo modello  “F24 Crediti PP.AA.” è possibile ricorrere alle suddette somme per onorare i debiti in caso di adesione, acquiescenza, conteggio agevolato delle sanzioni, conciliazione giudiziale o mediazione. A breve saranno disponibili anche i rispettivi codici tributo

Quali crediti possono essere oggetto di compensazione

I crediti vantati indifferentemente nei confronti dello Stato, degli enti pubblici nazionali, delle Regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano, delle amministrazioni locali e degli enti del Servizio sanitario nazionale devono essere documentati e non caduti in prescrizione. Devono inoltre essere liquidi, esigibili e maturati entro il 31 dicembre 2012

La certificazione dei crediti deve risultare da attestazione delle singole amministrazioni interessate sulla piattaforma elettronica fornita dal ministero dell’Economia e delle Finanze. Il numero di certificazione del credito andrà riportato nell’apposito spazio previsto nel modulo nella sezione “Erario”.

Si ricorda che questo è l’unico canale per ottenere la compensazione dei crediti con la PA.

Tutte le formalità da seguire per la procedura di compensazione sono specificate nel decreto di riferimento.

 

Argomenti: , ,