Commissioni bancarie da ridurre per i pagamenti con bancomat

Allo studio il decreto per ridurre le commissioni bancarie sui pagamenti con bancomat e moneta elettronica in genere a favore degli esercenti

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Allo studio il decreto per ridurre le commissioni bancarie sui pagamenti con bancomat e moneta elettronica in genere a favore degli esercenti
Allo studio il decreto per la riduzione dei costi delle commissioni bancarie per gli esercenti per i pagamenti con moneta elettronica

 Commissioni  bancarie da ridurre per gli esercenti in relazione ai pagamenti effettuati con bancomat e carte di credito con apposito decreto siglato dall’Abi e associazioni riguardanti circuiti di pagamenti con moneta elettronica, attualmente allo studio del Governo.

Commissioni  da ridurre: il question time

Questo il tenore della risposta ad un’interrogazione parlamentare in cui sono stati chiesti al Governo i motivi della mancata emanazione del decreto ministeriale previsto dalla manovra salva Italia, da adottarsi da parte dell’Abi in accordo con le Associazioni dei prestatori di servizi di pagamento, la società Poste Italiane S.p.A., il Consorzio Bancomat, le imprese che gestiscono circuiti di pagamento e le associazioni delle imprese maggiormente significative a livello nazionale, entro lo scorso 1° giugno 2012.

Decreto commissioni bancarie in arrivo?

Tale decreto avrebbe dovuto prevede la riduzione delle commissioni bancarie, a carico degli esercenti, in relazione alle transazioni effettuate mediante carte di pagamento. L’obiettivo della riduzione delle commissioni bancarie sulle transazioni effettuate con carte di pagamento a favore degli esercenti è quello di assicurare trasparenza e chiarezza dei costi, nonché di promuovere l’efficienza economica nel rispetto delle regole di concorrenza.

Gratuite le transazioni presso impianti di carburante con carte di credito

A tal proposito il Governo ci tiene a sottolineare che la legge di stabilità 2011 ha previsto la gratuità delle transazioni regolate con carte di pagamento presso gli impianti di distribuzione di carburanti, di importo inferiore ai 100 euro, sia per l’acquirente che per il venditore.  

Tuttavia ad oggi tale decreto sulla riduzione delle commissioni bancarie sulle transazioni effettuate con carte di pagamento ancora non è arrivato, ma il Governo assicura che le disposizioni sono attualmente allo studio e previa armonizzazione con l’Agenda digitale prevista dal D.L. n. 179/2012, saranno quanto prima rese operative.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Pagamento in contanti