Commercialisti: puntare sulla valorizzazione delle nuove tipologie di apprendistato

Implementare l’offerta formativa pubblica e armonizzare le diverse qualifiche e qualificazioni professionali idonee a consentire una correlazione tra standard formativi e standard professionali.

di , pubblicato il
Implementare l’offerta formativa pubblica e armonizzare le diverse qualifiche e qualificazioni professionali idonee a consentire una correlazione tra standard formativi e standard professionali.

Gli obiettivi strategici individuati nel Piano per il miglioramento del mercato del lavoro contenuti nel Piano nazionale di ripresa e resilienza trovano la condivisione dei commercialisti. Lo ha affermato il Consigliere nazionale dei commercialisti con delega alle tematiche del lavoro, Roberto Cunsolo, nel corso dell’audizione presso la Commissione lavoro della Camera in merito al Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

“È giusto puntare sulla valorizzazione delle nuove tipologie di apprendistato, sul rafforzamento delle politiche attive del lavoro e sul rilancio dell’occupazione giovanile e femminile”.

Favorire l’occupazione femminile e giovanile

Il piano, sostanzialmente, intende favorire l’occupazione femminile e giovanile oltre al rafforzamento delle politiche attive del lavoro.

Per i commercialisti, spiega Cunsolo, sarebbe opportuno l’introduzione di misure di attuazione e semplificazione.

In tale prospettiva, occorre implementare l’offerta formativa pubblica e armonizzare le diverse qualifiche e qualificazioni professionali idonee a consentire una correlazione tra standard formativi e standard professionali.

Sul piano dell’amministrazione dei rapporti di lavoro, si reputa necessaria una migliore intelligibilità degli obblighi formativi posti in capo ai datori di lavoro al fine di evitare che i rapporti di apprendistato professionalizzante possano essere censurati per violazione dei doveri contrattuali di formazione e addestramento.

Articoli correlati

Argomenti: ,