Commercialisti, nel 2019 si è registrata una nuova frenata degli iscritti all’albo

Nel corso del 2019, la popolazione dei commercialisti iscritti all’albo è cresciuta di sole 136 unità, pari ad una crescita percentuale dello 0,1%.

di , pubblicato il
Nel corso del 2019, la popolazione dei commercialisti iscritti all’albo è cresciuta di sole 136 unità, pari ad una crescita percentuale dello 0,1%.

La Fondazione Nazionale Commercialisti ha appena pubblicato il “Rapporto 2020 sull’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili”.

Secondo il report, nell’anno 2019 si è registrata una brusca frenata degli iscritti all’albo dei commercialisti e degli esperti contabili. Il tasso di crescita nazionale degli iscritti passa da +0,3% del 2018 al +0,1% del 2019.

Report 2019

Nel corso del 2019, la popolazione dei commercialisti iscritti all’albo è cresciuta di sole 136 unità, pari ad una crescita percentuale dello 0,1%.

Si tratta di un ulteriore pesante rallentamento dopo il + 0,3% del 2018, il + 0,4% del 2017 e il + 0,5% del 2016.

Come se non bastasse, la popolazione italiana, nello stesso anno, è diminuita dello 0,19%. Ciò ha determinato un calo della quota di popolazione per ogni Commercialista iscritto all’Albo di due unità, pari a -0,4%.

Questo è quanto reso noto dal “Rapporto 2020 sull’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili”, elaborato dalla Fondazione Nazionale Commercialisti.

Il trend nazionale

Il trend non è omogeneo a livello nazionale. In particolare:

  • al nord si è registrata una crescita del + 0,6%;
  • al centro + 0,2%;
  • infine, al sud si registra un calo dello 0,5% dei nuovi iscritti.

Per quanto riguarda i redditi percepiti, quello medio nel 2019 sale a 60.962 euro facendo registrare una crescita del 2,6%, la più alta dalla crisi del 2008.

Il reddito medio, questa volta, cresce più a Sud (+5%) che a Nord (+2%).

per ulteriori informazioni, sul sito della Fondazione, è possibile consultare il report:

  • in versione integrale, con i dati relativi ai singoli Ordini territoriali;
  • in versione sintetica, con i dati relativi alle singole regioni e macroaree;
  • infine, è possibile consultare alcune slide che offrono una veloce panoramica dei principali dati contenuti nel Rapporto.

Articoli correlati

Nessuna causa di forza maggiore per i commercialisti in quarantena. “Inaccettabile situazione di disparità di trattamento”

Approvato il Ristori quater: ecco le principali misure

Argomenti: ,