Come funziona l’APE social allargato che sostituisce Quota 100

Come funziona l'APE social allargato che sostituisce Quota 100. Perché a partire dal prossimo anno, per la riforma delle pensioni, la vera novità potrebbe essere nessuna novità. Vediamo perché ed i possibili scenari.

di , pubblicato il
Come funziona APE social allargato che sostituisce Quota 100

Ecco come funziona l’APE social allargato che sostituisce la Quota 100. Perché a partire dal prossimo anno, per la riforma delle pensioni, la vera novità potrebbe essere nessuna novità. Ovverosia, chiudere con la Quota 100. E far leva, invece, sulla cassetta degli attrezzi previdenziali. Così come è riportato in questo articolo.

L’APE social rafforzato ed allargato, infatti, potrebbe essere la nuova via per la pensione anticipata. Da parte di una platea di lavoratori ben più ampia. Rispetto a come funziona l’APE social in questo momento.

Come funziona l’APE social allargato. Che sostituisce la Quota 100

Il ministero del Lavoro, attraverso l’istituzione di un’apposita commissione tecnica, è al lavoro proprio sull’allargamento dell’anticipo pensionistico. E nel farlo si punta, proprio su come funziona l’APE social allargato che sostituisce la Quota 100, ad allargare la lista dei lavori gravosi e usuranti. Rispetto alla formulazione attuale la cui scadenza, tra l’altro, è fissata al 31 dicembre del 2021.

Al fine di allargare la lista dei lavori gravosi o usuranti, per allargare la platea dei potenziali beneficiari dell’anticipo pensionistico, si punta a far leva sui dati INAIL. Con il focus, per quel che riguarda come funziona l’APE social allargato che sostituisce Quota 100, non solo sulla gravosità. E sulla frequenza degli infortuni sul lavoro. Ma anche sulla frequenza e sulla gravosità delle malattie professionali.

Come funziona l’anticipo pensionistico in questo momento

Finanziato dallo Stato italiano, e limitato a determinate categorie di lavoratori, l’anticipo pensionistico è attualmente accessibile per chi ha almeno 63 anni di età. Su come funziona l’APE social, inoltre, c’è da dire che si tratta di un misura economica di accompagnamento verso la pensione.

Con un massimo riconosciuto che non può superare i 1.500 euro mensili. Inoltre, l’importo dell’indennità riconosciuto non è soggetto a rivalutazione. L’APE social è proprio un anticipo pensionistico che è pensato per i lavoratori in difficoltà. Quelli che, altrimenti, senza essere accompagnati verso la pensione farebbero fatica ad andare avanti. Non a caso, nell’Ape social rientrano pure i caregiver. Ed i disoccupati di lungo corso.

Argomenti: