Come cambia l’importo della pensione in base al numero dei figli

Il numero di figli incide sull'importo della pensione di reversibilità?

di , pubblicato il
pensione alla vedova

Per molte vedove che si trovano ad affrontare la morte del coniuge, le questioni burocratiche per il diritto e il calcolo dell’importo della pensione di reversibilità possono rappresentare un ulteriore peso. Molte sanno che l’assegno dipende dal proprio reddito. Meno noto è, invece, quanto conta il numero di figli a carico.

Madre vedova: quanto spetta per ogni figlio

Prima di tutto, come facile intuire, l’importo della pensione di reversibilità dipende dallo stipendio che il defunto percepiva in vita. Questo è il primo criterio utilizzato per il calcolo. Sulla base di questo, alla vedova spetta una pensione di reversibilità pari all’80% dello stipendio del marito. Questo però se la superstite mantiene un figlio. Aumentando il numero dei figli a carico, cambia anche la percentuale. Se la donna ha due, tre o più figli a carico nel nucleo familiare, la pensione di reversibilità arriva ad equipararsi allo stipendio del defunto e, quindi, al 100%.

Per quanto tempo la pensione di reversibilità spetta al 100%

Questo diritto al riconoscimento totale dell’importo della pensione, non dura per sempre. Se i figli diventano maggiorenni o iniziano a lavorare rendendosi economicamente indipendenti, viene meno la condizione che ha portato alla pensione di reversibilità al 100%. Anche se il figlio termina il percorso di studi iniziando un’esperienza di tirocinio ad esempio, viene meno una condizione per la pensione al 100%.

Per approfondire regole e casistiche leggi anche:

Pensione ai superstiti: quando la reversibilità spetta per intero

Come viene rivalutata la pensione di reversibilità

 

Argomenti: ,