Come aprire un coworking: il modello IWG

Il coworking è il futuro degli ambienti di lavoro e IWG vanta un'esperienza trentennale sul tema dell'organizzazione degli spazi

di , pubblicato il
Coworking, il modello IWG

Il mercato immobiliare ha subito una forte scossa con l’arrivo della pandemia, che ha ridisegnato completamente gli spazi lavorativi e della vita comune.

I luoghi destinati al lavoro sono cambiati, prediligendo spazi ampi come quelli dei coworking rispetto ai tradizionali uffici.

Coworking: benessere e sicurezza

Gli spazi di coworking rappresentano il futuro degli ambienti di lavoro, perché grazie alle ampie metrature di cui dispongono permettono agli utenti di lavorare in totale rispetto delle norme anti Covid e in strutture idonee allo svolgimento del proprio lavoro.

In questo modo, infatti, gli utenti possono lavorare in un luogo privo di distrazioni e attrezzato con tutti gli strumenti di cui hanno bisogno: una connessione internet stabile e una postazione comoda.

I campus di coworking più recenti, inoltre, sono stati progettati in modo sostenibile come il Green Spaces di Denver, che è alimentato da 160 pannelli solari, o il CoCoon di Hong Kong che ha un pavimento in bamboo e utilizza lampade a LED e vernici non tossiche.

Creare ambienti di lavoro confortevoli e sostenibili, in cui poter avere accesso a snack salutari e comfort che stimolino il benessere fisico, sicuramente influisce positivamente sulla produttività dei lavoratori, che non sono più costretti a lavorare in modo compulsivo tra le mura di casa.

Gli spazi di coworking si prestano benissimo a questa nuova filosofia di lavoro, perché riescono a conciliare forme di lavoro ibride e flessibili che tutelano il lavoratore e diventano un vantaggio per le aziende.

Questo settore, infatti, ha registrato una crescita esponenziale e si stima che entro il 2025 il 30% degli investimenti del mercato immobiliare delle aziende riguarderanno questi spazi di lavoro flessibile. 

Questa opportunità di investimento, quindi, è particolarmente redditizia soprattutto se ci si affida leader del settore come IWG Group e i suoi marchi Regus, Spaces, HQ e Signature.

Perché investire nel coworking

IWG Group ha un’esperienza di oltre trent’anni nel settore del coworking e vanta professionalità e solidità, offrendo a chi sceglie di investire in questo settore un know-how consolidato, un training costante e un supporto per la scelta della location e per il piano di marketing.

Questo brand, oltre a una solida esperienza, è diffuso in tutto il mondo creando una rete affidabile di spazi di coworking che permette alle aziende di dislocare le proprie sedi e ai lavoratori di abbattere notevolmente i tempi di spostamento.

In Italia, IWG Group è presente in 15 città con 84 sedi che ospitano 2,5 milioni di clienti, e i dati sono destinati ad aumentare perché si stima una crescita del 13% in questo settore.

Investire in campus di coworking rappresenta un’opportunità innovativa e redditizia che segue i nuovi trend del mercato e riesce a posizionarsi in modo da soddisfare le esigenze di una particolare nicchia di consumatori.

Questa tendenza in crescita presenta un vantaggio sia per gli utenti che per i datori di lavoro, e con le nuove proposte del ministro Orlando sono previsti ingenti incentivi per le aziende che continueranno con la formula dello smart working anche dopo il 31 dicembre, termine dello stato di emergenza.

In conclusione, gli spazi di coworking rappresentano un ambiente sano e dinamico in cui poter lavorare e sono un’opportunità di investimento in costante crescita a cui non conviene rinunciare.

Scarica qui il rapporto completo sul mercato del co-working

Argomenti: