Come andare in pensione con lo Spid

Dal 1 ottobre 2021 per andare in pensione serve lo Spid. L’accesso ai servizi Inps mediante Pin è dismesso, ma ci sono anche altre vie.

di , pubblicato il
Dal 1 ottobre 2021 per andare in pensione serve lo Spid. L’accesso ai servizi Inps mediante Pin è dismesso, ma ci sono anche altre vie.

Dal 1 ottobre 2021 per accedere ai servizi Inps e della pubblica amministrazione in generale serve lo Spid. Il Pin è stato dismesso e chi non possiede il nuovo sistema di identificazione digitale non potrà andare in pensione.

Non solo, non è più possibile nemmeno accedere al resto dei servizi offerti dal Inps alla propria utenza. Quindi, non solo la domanda di pensione, ma anche la consultazione del cedolino mensile e la richiesta di tutte quelle funzioni legate alle prestazioni previdenziali (Naspi, Cig, versamenti volontari,ecc.).

Inps, in pensione con lo Spid

Per i lavoratori che si accingono a presentare domanda di pensione è quindi bene che richiedano al più presto lo Spid. La procedura non è complicata, ma occorre dedicare un po’ di tempo per preparare i documenti utili al rilascio.

Lo Spid può essere richiesto comodamente in Posta in maniera veloce e gratuita. In alternativa si può ottenere accedendo al apposto sito del governo inserendo i propri dati anagrafici corredati di indirizzo di posta elettronica e numero di cellulare e tenendo a portata i seguenti documenti:

  • carta di identità,
  • codice fiscale.

Una volta ottenuto lo Spid, l’accesso ai servizi Inps è molto semplice e intuitivo. Il portale dell’Istituto mette quindi a disposizione tutte le funzionalità per richiedere prestazioni, quali la pensione, la Naspi, l’assegno unico per i figli, il reddito di cittadinanza, l’Isee e molto altro ancora.

Le alternative valide

In alternativa, per presentare domanda di pensione o richiedere altre prestazioni previdenziali Inps è sempre possibile rivolgersi ai patronati. Il rischio è però quello di perdere del tempo per prendere appuntamento e recarsi sul posto.

Ricordiamo che chi non dispone dello Spid può comunque accedere al portale Inps con la carta di identità elettronica (Cie) o con la carta nazionale dei servizi (Cns).

Anche in questi casi il sistema di riconoscimento digitale avviene previa autenticazione.

Occorre seguire le istruzioni fornite dal Inps in prima battuta e disporre di un lettore smart card da collegare al pc o del certificato di autenticazione da inserire sul proprio smartphone. Anche in questo caso, poi, l’accesso è semplice e veloce.

Argomenti: ,