Colpo di frusta, quando e come viene risarcito

Incidente stradale e colpo di frusta, quale documentazione esibire per il risarcimento.

di , pubblicato il
colpo di frusta

Negli incidenti automobilistici il colpo di frusta rappresenta una patologia riscontrata quasi sempre. Il colpo di frusta si verifica con il contraccolpo che si presenta negli incidenti stradali, ad esempio tamponamenti, scontri tra auto, ecc.

Ad accertare il colpo di frusta, in prima battuta, è il medico dell’ospedale dopo l’incidente che accerterà i danni fisici subiti. Il medico che accerta il colpo di frusta, certificherà la diagnosi e la terapia da seguire con eventuali controlli successivi, se dopo gli accertamenti il paziente lamenta ancora dolori inerenti al colpo di frusta, il medico può prolungare la terapia concedendo altri giorni per la guarigione medica, potrebbe anche far fare altri esami per valutare lo stato di gravità.

Colpo di frusta e rimborso immediato

Per il rimborso immediato, bisogna compilare il modulo di contestazione amichevole. Se non è possibile firmare il modulo, allora bisogna rivolgersi ad un avvocato.

Il risarcimento viene valutato secondo vari fattori di valutazione, che vanno dall’accertamento della patologia alla effettiva guarigione del paziente. Per la valutazione bisogna presentare all’assicurazione tutta la documentazione attestante in modo inattaccabile la patologia del colpo di frusta. Le assicurazioni tendono a sminuire questa patologia se non opportunamente documentata e certificata dal medico specialista.

Molte le sentenze su quest’argomento, in tutte viene chiarito che la patologia deve essere accertata e documentata, non basta un semplice certificato, a corredo bisogna portare esami strumentali da dove si evince lo stato patologico del richiedente infortunato.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,