Colf, bandate e baby sitter: scadenza contributi oggi, dal 2018 rischio aumento

Oggi è la scadenza del versamento per i contributi colf e badanti: quali aumenti sono previsti per il 2018? Chi pagherà di più?

di , pubblicato il
Oggi è la scadenza del versamento per i contributi colf e badanti: quali aumenti sono previsti per il 2018? Chi pagherà di più?

Per chi ha alle proprie dipendenze una colf, una badante o una baby sitter oggi è in scadenza il termine per il versamento dei contributi. Entro il 10 ottobre 2017, infatti, va effettuato il saldo della rata relativa al trimestre luglio-settembre.

Scadenza contributi colf e badanti: come pagare

Ricordiamo ai ritardatari che esistono due tabelle: una va usata per i lavoratori assunti a tempo indeterminato e l’altra in caso di rapporti a termine.

Se l’orario di lavoro non supera le 24 ore settimanali, per entrambe le tipologie di contratto, i contributi orari vengono calcolati sulla base di tre diverse fasce di retribuzione effettiva. Oltre le 24 ore il contributo orario diventa fisso.

Assunzione colf e badanti: dal 2018 sarà un lusso per pochi?

Resta incertezza sul futuro dei contributi colf e badanti. Quanto si pagherà nel 2018? La recente proposta dei sindacati prevede di aumentare i contributi in modo da aumentare le pensioni future di queste categorie di lavoratori domestici. Ma a farne le spese potrebbero essere le famiglie italiane: secondo le stime la spesa per colf, badanti e baby sitter, a conti fatti, potrebbe aumentare di più di mille euro.

In media, l’aumento della spesa dovrebbe oscillare tra i 500 e i 650 euro per i contratti tra le 25 e le 29 ore e tra i 1.050 e i 1.250 euro l’anno per quelli full time. Andrea Zini, vice presidente di Assindatcolf, l’Associazione dei datori di lavoro domestico, ha già espresso per tempo il timore che questo costo possa ricadere “sulle spalle delle famiglie datrici di lavoro”. Assindatcolf ha chiesto che l’aumento dei contributi proceda di pari passo con la possibilità di scaricare dalla dichiarazione dei redditi l’intero costo sostenuto dalle famiglie per pagare i collaboratori domestici. Solo in questo modo, infatti, un eventuale aumento dei contributi colf e badanti sarebbe a costo zero per le famiglie.

Leggi anche:

Scadenza contributi colf e badanti: versamento 10 ottobre 2017

Come mettere in regola colf e badanti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , , ,

I commenti sono chiusi.