Choc fiscale: tagli tasse sulla casa e aiuti alle famiglie per cinque anni

Piano choc di Alfano contro la crisi: rivoluzione tasse sulla casa e agevolazioni per le famiglie in difficoltà per cinque anni

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Piano choc di Alfano contro la crisi: rivoluzione tasse sulla casa e agevolazioni per le famiglie in difficoltà per cinque anni

Contro la crisi attuale non basta una riforma, serve uno choc fiscale: questa la proposta mediatica lanciata da Alfano. Ma in quali punti si articolano gli interventi e qual è la possibilità concreta di realizzazione? Ecco più nel dettaglio il pacchetto che il ministro dell’Interno presenterà al premier a settembre, prima della legge di Stabilità. Si tratta di soluzioni di emergenza appunto, giustificate da una crisi che sta durando più a lungo di quanto non abbia fatto la guerra mondiale. Le dichiarazioni Ansa di Alfano hanno fatto il giro del web e suscitato reazioni di diverso tipo: da chi aspetta settembre per vedere quali promesse saranno mantenute e chi riduce tutto a facile propaganda estiva senza basi concrete.

Riforma fiscale choc di Alfano: ecco i tre punti

La riforma di Alfano si articola in tre direzioni: prima di tutto l’abbattimento delle tasse sulla prima casa, poi l’alleggerimento della burocrazia e, infine, “passare dal sistema delle autorizzazioni a quello della libertà di fare in base alle leggi esistenti”.   Gli ultimi due punti si traducono essenzialmente in una maggiore libertà per chi vuole aprire un’attività o apportare modifiche edilizie senza licenze o permessi farraginosi, fatto salvo il controllo dello Stato ex post. Non solo: sono in programma l’innalzamento del limite dei contanti a tre mila euro e progetti di incentivi per il Sud. Per quanto riguarda le famiglie in difficoltà, i principali interventi riguardano detrazioni e deduzioni per i nuovi nati, aiuti alla spesa scolastica e di bene di prima necessità come pannolini etc. Da dove arriveranno i soldi? Alfano parla di un piano da 7,5 miliardi e assicura che le coperture sono solide.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco