I chiarimenti ENEA per l’APE nel superbonus 110%

L’ENEA ha emanato alcuni chiarimenti in merito all’APE (attestato di prestazione energetica) necessario per godere del superbonus 110%

di , pubblicato il
risparmio energetico

Laddove gli interventi che danno diritto al superbonus 110% siano qualificabili come lavori di risparmio energetico, ad esempio la realizzazione del cappotto termico (intervento trainante) e la contestuale sostituzione degli infissi (intervento trainato), la normativa di riferimento prevede che

“I suddetti lavori nel loro complesso, devono assicurare, il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio o delle unità immobiliari, ovvero se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta”.

Ciò deve essere dimostrato mediante l’attestato di prestazione energetica (c.d. APE) prima e dopo l’intervento, rilasciato da tecnico abilitato nella forma della dichiarazione asseverata.

Come individuare l’APE prima e dopo i lavori nel superbonus 110%

Proprio con riferimento all’APE in ambito superbonus 110%, sono state pubblicate delle FAQ dall’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile). Nel dettaglio, in tale occasione, è stato chiarito che:

  • Per APE ante intervento deve intendersi quello riferito alla situazione esistente alla data di inizio dei lavori;
  • Ai fini del superbonus 110%, anche nel caso degli edifici unifamiliari, i servizi energetici da prendere in considerazione nell’APE-post per la verifica del conseguimento del miglioramento di due classi energetiche sono quelli presenti nella situazione ante intervento così come previsto per gli APE convenzionali rilasciati per gli edifici composti da più unità immobiliari;
  • Il criterio di classificazione energetica da usare è quello previsto dal decreto 26 giugno 2015 del Ministro dello Sviluppo Economico (MISE) o il criterio previsto dalla corrispondente norma regionale a condizione che le regioni dichiarino che si ottengano le stesse classificazioni energetiche;
  • Il direttore dei lavori e il progettista possono firmare gli APE utilizzati solo ai fini del superbonus 110% che non necessitano di deposito nel catasto degli impianti termici;
  • Gli APE da depositare nel catasto regionale degli attestati di prestazione energetica degli edifici sono quelli di ogni singola unità immobiliare relativi alla situazione postintervento prendendo in considerazione tutti i servizi energetici presenti nello stato finale.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,