Chi sarà interessato da una nuova possibile riforma Fornero delle pensioni?

Chi sarà interessato da una nuova possibile riforma Fornero delle pensioni? Ecco l'incubo per tante lavoratrici e per tanti lavoratori che sono prossimi alla pensione.

di , pubblicato il
pensioni

Per i futuri pensionati, chi sarà interessato da una nuova possibile riforma Fornero delle pensioni? Perché, con la fine del triennio sperimentale di quota 100, sull’accesso al pensionamento anticipato i giochi sono riaperti.

In pratica, per evitare dal 2022 lo scalone della riforma Fornero, dopo la pausa estiva il Governo italiano, dopo aver sentito le parti sociali, dovrà prendere una decisione definitiva. E nel farlo, dando come scontata la fine quota 100, dovrà varare dei provvedimenti. Quelli tali da introdurre nuovi meccanismi per il pensionamento anticipato.

Perché tornare, per chi sarà interessato, alla pensione anticipata, con un’età anagrafica non inferiore ai 67 anni potrebbe essere davvero e di nuovo un incubo. Per tante lavoratrici e per tanti lavoratori che sono prossimi alla pensione.

Ecco chi sarà interessato da una nuova possibile riforma Fornero delle pensioni

Con una particolare attenzione per chi sarà interessato, tra l’altro, alle lavoratrici ed ai lavoratori impegnati in mansioni gravose o usuranti. Non a caso c’è anche chi caldeggia, al posto del varo di una nuova quota 100, il rafforzamento e l’estensione di misure pensionistiche che, già esistenti, hanno già fatto registrare un buon riscontro.

Su tutte l’Ape sociale. Ma anche Opzione Donna. Nel chiedersi chi sarà interessato da una nuova possibile riforma Fornero delle pensioni, al momento si può dire una cosa. Che ad essere potenzialmente coinvolti, sono tutti coloro che puntano ad andare in pensione prima. Precisamente, prima della maturazione dei requisiti per la pensione INPS di vecchiaia.

Pensione anticipata con la quota 41 pura, ipotesi poco realizzabile

Sul tavolo di confronto, tra le parti sociali ed il Governo italiano, c’è pure la proposta di pensione anticipata.

Con la cosiddetta quota 41. Caldeggiata dai sindacati, la quota 41, per chi sarà interessato è una proposta poco realizzabile. Per gli elevati costi a carico dello Stato italiano.

La misura, nello specifico, prevede il pensionamento anticipato. Con 41 anni di contributi versati. Senza alcun requisito anagrafico da rispettare. Una quota 41 pura, quindi, per tutti e non solo come la quota 41 che è attualmente in essere. Ma solo per i lavoratori precoci.

Argomenti: , , , , , ,