Chi può ancora chiedere il bonus mamma domani

In chiaro i casi in cui è ancora possibile fare domanda all’INPS per avere il bonus mamma domani (anch’esso abolito per via dell’assegno unico)

di , pubblicato il
Chi può ancora chiedere il bonus mamma domani

Tra le prestazioni che spariscono, con il debutto a marzo 2022 del nuovo assegno unico figli a carico, c’è anche il premio alla nascita o all’adozione (c.d. bonus mamma domani). Dunque, non si potrà più fare domanda per avere questo beneficio.

Tuttavia, l’INPS chiarisce i tempi fino a cui è possibile ancora farne richiesta. Vediamo in dettaglio.

Il bonus mamma domani

Introdotto dal 1° gennaio 2017, il beneficio, si concretizza in un assegno unico di 800 euro erogato per la nascita o l’adozione di un minore.

Per averlo, bisogna fare apposita domanda all’INPS.

Hanno diritto a richiederlo le donne in gravidanza o le madri ed al verificarsi, nell’anno, di uno dei seguenti eventi:

  • compimento del 7° mese di gravidanza
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza
  • adozione nazionale o internazionale del minore
  • affidamento preadottivo nazionale o internazionale.

Altro requisito fondamentale è che le madri (cittadine italiane, comunitarie o non comunitarie), devono essere regolarmente presenti e residenti in Italia.

Il bonus non è stato prorogato per il 2022 (ciò anche in considerazione dell’introduzione dell’assegno unico).

Le regole per la domanda e gli ultimi chiarimenti INPS

La regola prevede che la domanda per il bonus mamma domani può essere presentata all’Inps dopo il compimento del 7° mese di gravidanza (inizio 8° mese) oppure a nascita avvenuta o a seguito di uno degli altri eventi previsti dalla legge (adozione e affidamento preadottivo).

In virtù del debutto dell’assegno unico che, come anticipato, sostituisce anche il bonus in commento, l’INPS nella Circolare n. 9 del 23 febbraio 2022 ha chiarito che:

  • le domande per il bonus mamma domani in relazione all’evento “nascita avvenuta” potranno essere acquisite: per i nati fino al 28 febbraio 2022
  • potranno altresì essere acquisite le domande relative all’evento “compimento del 7° mese di gravidanza” a condizione che il settimo mese di gravidanza si sia concluso entro il 31 dicembre 2021 (lo stesso requisito è richiesto anche in caso di interruzione di gravidanza nell’ultimo bimestre).
    Allo stesso modo, saranno acquisite le domande in relazione alle adozioni e affidamenti perfezionati entro il 31 dicembre 2021.

Le modalità di domanda e di pagamento del bonus mamma domani

La domanda, ricordiamo, può essere presentata con una delle seguenti modalità:

  • servizi telematici accessibili direttamente dalla richiedente, attraverso il servizio Inps dedicato
  • contact Center (numero 803 164, gratuito da rete fissa, oppure 06 164 164 da rete mobile);
  • enti di patronato, tramite i servizi telematici offerti dagli stessi.

Il beneficio è erogato, per ogni evento, in unica soluzione ed in relazione ad ogni figlio, nato, adottato o affidato. L’importo ricevuto non dipende dall’ISEE ed è esente da imposte (non concorre a formare reddito per chi lo percepisce). Le modalità di pagamento previste sono:

  • bonifico domiciliato presso ufficio postale
  • accredito su conto corrente bancario
  • accredito su conto corrente postale
  • libretto postale
  • carta prepagata con IBAN
  • conto corrente estero.

I tempi di lavorazione della pratica da parte dell’INPS sono di circa 30 giorni.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: , ,