Certificazione Unica 2015: scadenza, informazioni utili e aggiornamenti

Scadenza della consegna della Certificazione Unica 2015, quali differenze sostanziali con il CUD?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Scadenza della consegna della Certificazione Unica 2015, quali differenze sostanziali con il CUD?

A partire da quest’anno il vecchio CUD è stato sostituito dalla CU, la Certificazione Unica 2015. Non si tratta, però soltanto di una mera sostituzione in quanto la CU ha delle sostanziali differenze dal CUD.  

CU e CUD quali differenze

Innanzitutto la CU ( Modello CU 2015 certificazione unica redditi) non documenta, come il CUD, soltanto i redditi da lavoro dipendente ma anche redditi da pensione e redditi erogati per prestazioni di lavoro autonomi e per redditi diversi. Poi c’è da sottolineare che a differenza del vecchio CUD, la CU è compilata dal datore di lavoro e recapitata sia al lavoratore che all’Agenzia delle Entrate. Nella CU, in uno specifico campo, vengono dichiarati gli assegni periodici corrisposti al coniuge che vengono, così, considerati come redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (cisto che a questa tipologia di redditi viene applicata una particolare detrazione nel Modello 730 essi devono essere facilmente individuati). I campi 119, 120 e 121 sono, invece dedicati al Bonus 80 euro nella sezione “Credito Bonus Irpef”. Se il bonus non spetta il campo 119 deve essere compilato con il codice 2 e il campo 121 non va compilato. Se invece il bonus spetta ma non è stato erogato nel campo 119 va inserito il codice 2, nel campo 121 deve essere inserito l’importo del bonus riconosciuto e non erogato.  

CU: scadenze

Le scadenze per la consegna della Certificazione Unica 2015 ( Cu 2015, scadenza consegna della Certificazione Unica dei redditi) erano due: una fisata per il 28 febbraio (e posticipata al 2 marzo poiché cadeva di sabato) entro la quale la CU doveva essere consegnata al lavoratore in modo cartaceo o telematico, e la seconda, il 7 marzo (posticipata al 9 poiché cadeva di sabato) entro la quale il datore di lavoro doveva consegnare la CU all’Agenzia delle Entrate in modalità telematica. Per l’invio della CU in ritardo sono previste sanzioni, tranne che per le CU che certifichino i redditi da lavoro autonomo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Modello CU

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.