Certificazione Isee 2012-2013, approvata la convenzione tra Inps e Caf

L'Inps approva lo schema di convenzione stipulato con i CAF per le attività relative alla certificazione Isee 2012-2013, mentre si attende l'approvazione del riccometro

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
L'Inps approva lo schema di convenzione stipulato con i CAF per le attività relative alla certificazione Isee 2012-2013, mentre si attende l'approvazione del riccometro

Certificazione Isee 2012-2013 oggetto del messaggio Inps n. 2277 del 5 febbraio scorso con  cui viene approvato lo schema di convenzione tra lo stesso Istituto nazionale di previdenza sociale e i CAF per l’attività relativa proprio all’attestazione Isee 2012-2013.

 Isee e Ise

 Innanzitutto si deve distinguere tra Isee e Ise. Il primo è l’indicatore della situazione economica equivalente che  consente ai cittadini di accedere, a condizioni agevolate, alle prestazioni sociali o ai servizi di pubblica utilità. L’ Isee è il rapporto tra l’indicatore della situazione economica, il cosiddetto Ise e il parametro desunto dalla Scala di Equivalenza. L’Ise quindi è l’indicatore della Situazione Economica, il valore assoluto dato dalla somma dei redditi e dal 20% dei patrimoni mobiliari e immobiliari dei componenti il nucleo familiare.

 Certificazione Isee, il messaggio Inps

Con il messaggio Inps del 5 febbraio scorso, l’Inps ha approvato lo schema di convenzione tra lo stesso Istituto e i CAF per l’attività relativa alla certificazione Isee per gli anni 2012 e 2013. Così si stabilisce che i centri di assistenza fiscale,  se in possesso dei prescritti requisiti, hanno facoltà di stipulare convenzioni singole, aderenti allo schema.

Il ruolo del CAF nell’attestazione Isee 

Proprio i CAF svolgono un ruolo fondamentale per ciò che riguarda le certificazioni Isee, quindi per la richiesta di prestazioni assistenziali legate al reddito o di servizi di pubblica utilità, per cui è necessario il calcolo Isee, oggetto di riforma proprio negli ultimi tempi con lo strumento del riccometro ( si veda il nostro articolo Nuovo calcolo Isee, arriva il riccometro).  Per il calcolo Isee infatti il cittadino deve redigere un’unica dichiarazione sostitutiva, con validità annuale, contenente informazioni sul proprio nucleo familiare e sui redditi e il patrimonio di tale nucleo. La dichiarazione va redatta esclusivamente secondo il tracciato previsto dal modello-tipo e va presentata agli Enti erogatori delle prestazioni sociali oppure ai Comuni, ovvero proprio ai Centri di Assistenza Fiscale (CAF). Questi ultimi sono importanti anche perché possono assistere il contribuente nella redazione della certificazione Isee.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Dichiarazione Isee