Cedolare secca sugli affitti: come fare la comunicazione al conduttore

Cedolare secca da comunicarsi prima dell’esercizio dell’opzione all’inquilino, pena l’invalidità del regime alternativo di tassazione sulla locazione

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Cedolare secca da comunicarsi prima dell’esercizio dell’opzione all’inquilino, pena l’invalidità del regime alternativo di tassazione sulla  locazione
Comunicazione cedolare secca sugli affitti da consegnare, tramite raccomandata postale, all’inquilino

Cedolare secca sugli affitti. Come avviene la comunicazione al conduttore/inquilino dell’opzione per il regime alternativo di tassazione sulle locazioni.

Cedolare secca sugli affitti: cos’è

Innanzitutto si ricorda che la cedolare secca sugli affitti è un regime speciale di tassazione delle locazione, introdotta a partire dal 2011, come  un’imposta che sostituisce quelle attualmente dovute sulle locazioni. In sostanza la cedolare secca sugli affitti è l’imposta che sostituisce l’Irpef e le relative addizionali, l’imposta di registro e l’imposta di bollo. Possono optare per il regime della cedolare secca le persone fisiche titolari del diritto di proprietà o del diritto reale di godimento (per esempio, usufrutto) su unità immobiliari abitative locate.

Comunicazione cedolare secca sugli affitti

Il locatore/proprietario che decide di avvalersi del nuovo regime deve darne comunicazione al conduttore/affittuario. La comunicazione dell’opzione da esercitarsi per la cedolare secca va effettuata con raccomandata e deve contenere  precisi elementi come:

– la rinuncia alla facoltà di chiedere, per tutta la durata dell’opzione,

-l’aggiornamento del canone di locazione, anche se è previsto nel contratto,

– la variazione accertata dall’Istat dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati dell’anno precedente.

La comunicazione è obbligatoria e deve essere inviata prima di esercitare l’opzione, altrimenti l’opzione al regime della cedolare secca non è valido.

Comunicazione cedolare secca per contratti in corso al 1.1.2011: scadenza il 1 ottobre 2012

Proprio sulla scadenza della comunicazione da inviarsi al conduttore, è intervenuta l’Agenzia delle entrate che, con la circolare n. 20 dello scorso giugno 2012, ha prorogato  il termine di invio per i contratti di locazione in corso al 1 gennaio 2011, fissandolo al prossimo 1° ottobre 2012.

Modulo cedolare secca

Si evidenzia che la comunicazione  deve assolutamente essere fatta con raccomandata postale, altrimenti si esclude la validità dell’opzione al regime della cedolare secca sugli affitti, visto che anche la raccomandata consegnata a mano è esclusa, secondo quanto dispone sempre l’Agenzia delle Entrate.

Di seguito potete trovare un fac simile di comunicazione della cedolare secca:

Modulo cedolare secca

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Cedolare secca