Cedolare secca, alloggi sociali, detrazioni affitto: ecco il Piano casa 2014

Allo studio del Ministero delle Infrastrutture guidato da Maurizio Lupi il nuovo Piano casa 2014. Taglio cedolare secca, riscatto alloggi sociali, detrazioni affitto, ecco tutte le novità

di , pubblicato il
Allo studio del Ministero delle Infrastrutture guidato da Maurizio Lupi il nuovo Piano casa 2014. Taglio cedolare secca, riscatto alloggi sociali, detrazioni affitto, ecco tutte le novità

Taglio della cedolare secca sugli affitti a canone concordato del 10%, riscatto dell’alloggio sociale da parte del conduttore, dopo sette anni e piano di recupero degli alloggi ex Iacp. Queste e altre le novità contenute nella bozza del provvedimento recante misure per il contrasto al fenomeno del disagio abitativo e per l’edilizia residenziale sociale, che proprio in queste ore starebbe preparando il Ministero delle infrastrutture, guidato da Maurizio Lupi.

 Piano casa 2014: ecco cosa contiene

Nel decreto che dovrebbe essere portato dinanzi al Consiglio dei ministri e poi adottato entro questa settimana ha come compito arduo quelli di introdurre misure volte al contenimento del disagio abitativo n vista della sua adozione venerdì prossimo.

Piano casa 2014: taglio cedolare secca

Fra le misure previste troviamo in primo luogo la riduzione della cedolare secca sugli affitti a canone concordato, dall’attuale 15 per cento al 10, già ridotta dal 20 al 15 per cento con il decreto del fare. Sulla cedolare secca ti potrebbe interessare anche: Cedolare secca affitti, tra aliquota e modello ecco le novità 2014

Piano casa: riscatto alloggi sociali

Altra misura riguarda il riscatto dell’alloggio sociale per gli inquilini che abitino in affitto da più di sette anni, una sorta di sconti per l’acquisto di alloggi popolari da parte di inquilini che li abitano. La novità riguarda infatti la possibilità di riscattare la totalità o una parte dei canoni corrisposti in conto del prezzo di acquisto dell’abitazione ma con la particolarità che il pagamento IMU rimarrebbe in capo al soggetto cedente per i primi 7 anni.

Detrazioni affitto: aumenti in vista

Corposo il capitolo sulle detrazioni Irpef per il conduttore di alloggi sociali che subiscono un aumento sensibile.

In particolare la detrazione Irpef per chi vive in affitto in alloggi sociali aumenterebbe di 900 euro per chi dichiara redditi entro 15.493,71 euro e di 450 euro per chi dichiara reddito compresi entro i 30.987,41 euro.

Piano casa 2014: le altre misure

Tra le altre misure allo studio del ministero troviamo anche il rifinanziamento del cosiddetto “fondo affitti” con una dote raddoppiata da 50 a 100 milioni per il biennio 2014-2015, la possibilità di escludere dalll’assoggettazione all’Irap e all’Ires i redditi derivanti dalla locazione di alloggi sociali percepiti da costruttori/proprietari per un periodo massimo di 10 anni, o fino al riscatto dell’immobile da parte del conduttore.

 

Argomenti: