Catalfo verso la riforma del lavoro: Piano nazionale per le nuove competenze e riforma degli ammortizzatori sociali

La prossima riforma del lavoro deve puntare su due concetti fondamentali: formazione e competenze.

di , pubblicato il
La prossima riforma del lavoro deve puntare su due concetti fondamentali: formazione e competenze.

Il ministro del lavoro e delle politiche sociali, Nunzia Catalfo, parla della prossima riforma del lavoro.

Al centro del progetto: un piano nazionale per le nuove competente e la riforma degli ammortizzatori sociali.

Così la Catalfo, attraverso un articolo su “il blogdellestelle.it”, detta le prime linee guida per la prossima riforma del lavoro. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Piano nazionale per le nuove competenze

L’obiettivo della Catalfo è quello creare un grande Piano nazionale per le nuove competenze, che poggi le proprie basi su alcuni interventi e riforme chiave.

Il fondo nuove competenze, in realtà, è già stato istituito con il Decreto Rilancio. Il fondo è uno strumento pensato per riqualificare i lavoratori i quali, si legge nell’articolo: “invece di andare in cassa integrazione, rientrano in azienda potendo rimodulare il proprio orario di lavoro”.

Una parte dell’orario viene retribuito dallo Stato e dedicato a corsi di formazione. In questo modo, l’azienda avrà un lavoratore più formato e, al contempo, un minor costo del lavoro; il lavoratore, invece, non avrà alcuna perdita di salario.

Riforma degli ammortizzatori sociali

Un altro punto fondamentale è rappresentato dalla riforma degli ammortizzatori sociali.

Spiega la Catalfo: “nella riforma che voglio realizzare, gli ammortizzatori sociali opereranno da un lato per garantire una rete di protezione temporanea ai lavoratori di quelle imprese che intendono sospendere – per un breve periodo – una parte della produzione per ristrutturazioni aziendali o riconversioni produttive o tecnologiche; dall’altro, quali strumenti di accompagnamento e sostegno finalizzati alle transizioni occupazionali, dunque in un’ottica di tutela nel mercato del lavoro”.

Potrebbe anche interessarti:

Il divieto di licenziamento per le imprese mette a rischio tutti i posti di lavoro

Lavoro, ammortizzatori sociali: Catalfo dà il via la riforma della Cig

Argomenti: ,