Cassonetti: per la spazzatura colori uguali in tutta Italia, come cambia la raccolta differenziata

I colori dei cassonetti per la raccolta differenziata saranno uguali in tutta Italia. Vediamo perchè.

di , pubblicato il
I colori dei cassonetti per la raccolta differenziata saranno uguali in tutta Italia. Vediamo perchè.

Al momento i cassonetti della raccolta differenziata sono di colori diversi nei diversi Comuni e capita che, magari, andando in vacanza si trovino cassonetti che non corrispondono ai colori cui siamo abituati. Ad esempio, in alcuni Comuni, la raccolta della plastica è gialla, in altri blu, in altri ancora verde… una gran confusione, insomma.

A brevissimo, però, non sarà più così: è stata approvata ieri una norma che impone colori uguali per i cassonetti della spazzatura in tutta Italia e dovranno essere uguali anche le forme e le dimensioni, le scritte e le icone per non creare confusione in coloro che devono gettare la spazzatura.

In questo modo, ovunque ci si troverà, i colori per gettare umido, plastica, carta e gli altri rifiuti saranno uguali e non si avranno incertezze. La normativa è volta a favorire la raccolta differenziata dei rifiuti grazie proprio agli elementi visivi che identificano i diversi contenitori.

“La Direttiva europea 2008/98/CE e le leggi vigenti prevedono l’utilizzo di adesivi e di pannelli con colori e grafiche che caratterizzano ogni tipologia di rifiuto. Una semplice riqualificazione grafica migliora l’estetica e, soprattutto, spinge a migliorare la purezza dei materiali conferiti a tutto vantaggio del reale avvio al recupero di materia” – spiega Giovanni Bragadina (esperto del gruppo di lavoro UNI ‘Attrezzature e macchine per la raccolta dei rifiuti’ della Commissione Ambiente).

Leggi anche: Raccolta differenziata: 4 simboli che forse non conosci

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.