Cassa integrazione più bassa del previsto? Il calcolo dell’80% non si fa sullo stipendio

Ti aspettavi l'80% dello stipendio ma la cassa integrazione è più bassa: ecco perché

di , pubblicato il
calcolo dell'importo della cassa integrazione

Finalmente dopo attese e ritardi hai ricevuto la cassa integrazione ma la cifra è più bassa di quella che ti aspettavi considerando l’80% dello stipendio. E’ un errore di calcolo dell’Inps oppure purtroppo le tue valutazioni erano troppo ottimistiche e, in realtà, ti spetta meno?

Divieto di licenziamento e cassa integrazione straordinaria: le misure anti Covid

Sono state molte le aziende costrette, tra marzo e aprile, a chiudere temporaneamente in seguito alle restrizioni per contenere la pandemia. E la situazione si ripresenta oggi con il nuovo lockdown per suddivisione in colori delle regioni. La cassa integrazione, insieme al divieto di licenziamento, è la misura messa in atto dal governo per tutelare i lavoratori di queste aziende. Da un lato si conserva il posto di lavoro, dall’altro si dà a chi non lavora un sostegno al reddito. La cassa integrazione è una tutela anche per i datori di lavoro che, non potendo tagliare il personale, ricevono in questo modo un aiuto nel momento in cui, vista la crisi, pagare gli stipendi diventa insostenibile.

Eppure non sono mancate le polemiche, legate soprattutto ai ritardi nei pagamenti della cassa integrazione. Ora che i pagamenti sono arrivati è tutto ok? Molti lavoratori in cassa si sono lamentati per l’importo.

Cassa integrazione per chiusura attività: come si calcola

Sulla base delle indicazioni per il calcolo della cassa integrazione, molti lavoratori si aspettavano di ricevere l’80% dello stipendio. Invece la cifra a volte è stata più bassa.
Prima di tutto bisogna tenere conto del massimale CIG (Cassa integrazione guadagni), fissato a 998,18 euro mensili. Tale massimale, che include anche eventuali quote di 13sima e14sima, prevede l’integrazione salariale di 5,34 euro per ogni ora di lavoro.
Tale massimale viene portato a 1.199,72 solamente se lo stipendio di riferimento (sempre inclusi ratei di mensilità aggiuntive) supera i 2.159,48 euro.

A conti fatti, solamente se l’80% della retribuzione è inferiore al massimale vincolante di cui sopra, allora il lavoratore avrà diritto all’80% dello stipendio. Ciò in genere non accade proprio perché il calcolo non si fa sullo stipendio ma sulla retribuzione globale che include tredicesima e quattordicesima (e tutte le eventuali voci aggiuntive).

Infine segnaliamo anche la quota di contribuzione che resta a carico del dipendente anche durante il periodo di cassa integrazione (avente un’ aliquota del 5,84%).

Vuoi sapere dunque riepilogando come calcolare l’importo della cassa integrazione Covid? Allo stipendio lordo aggiungi i ratei della tredicesima e se prevista da contratto, anche della quattordicesima. Dall’importo ottenuto calcolerai l’80%: se la cifra supera il massima allora dovrai aspettarti di ricevere il tetto massimo (al lordo). Resta infine da considerare i contributi a carico del lavoratore per sottrarli dalla cifra spettante.

Argomenti: ,