Casa in affitto: suddivisione spese condominio tra proprietario e inquilino

Come si suddividono le spese condominiali tra inquilino e proprietario? A stabilirlo un regolamento stilato dalle associazione del settore.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Come si suddividono le spese condominiali tra inquilino e proprietario? A stabilirlo un regolamento stilato dalle associazione del settore.

L’inquilino che prende in locazione un immobile deve essere messo a conoscenza del fatto che oltre al canone di locazione sarà tenuto a pagare anche altre spese.   Ma come devono essere suddivise le spese tra proprietario e affittuario? L’inquilino deve farsi carico di ogni spesa? Quali spese sono totalmente a carico del proprietario.   Questo tema molto delicato deve essere affrontato da proprietario ed inquilino in sede di firma del contratto per fare in modo che l’inquilino conosca nel dettaglio le spese cui va incontro e provveda a fare la sua parte.   Per stabilire in che misura le spese di un immobile ricadano sul proprietario o sull’inquilino è stato stilato un regolamento dalle principali associazioni del settore. Tale regolamento, reso pubblico, può essere fatto valere in caso di contestazioni.    

Spese condominiali

Le spese condominiali sono sicuramente quelle che più pesano sul bilancio delle spese relative ad un immobile e molto spesso sono fonte di discussione tra proprietario e affittuario. Non tutte le spese condominiali ricadono sull’inquilino, vediamo come si differenziano e a chi spetta il pagamento.     Spese di ristrutturazione: per le spese relative alla ristrutturazione del condominio, spese che aumentano il valore dell’immobile, esse sono totalmente a carico del proprietario.     Tassa di occupazione suolo pubblico: sempre in caso di ristrutturazioni se si deve pagare la tassa per occupazione di suolo pubblico è a carico del proprietario. Se la tassa sull’occupazione del suolo pubblico è relativa lo spazio antistante il cancello di entrata o il garage che utilizzano gli inquilini, la spesa sarà a carico degli inquilini.     Altre spese condominiali: le spese condominiali classiche, come lo stipendio del portinaio, vanno suddivise in questo modo: il 10% il proprietario il restante 90% l’inquilino. Le spese che riguardano invece le pulizie sono a carico dell’inquilino che dovrà versarle mensilmente o alla cadenza stabilita dall’amministratore. Il proprietario dovrà sostenere, al riguardo, soltanto le spese relative alla tariffa della gara di appalto.    

Spese legate all’appartamento

  Non c’è una normativa che stabilisca a chi spettino le spese relative alla manutenzione dell’appartamento ma le associazioni nel regolamento stabiliscono che i rifacimenti a lungo termine, o che portino migliorie all’immobile, come sostituzione di infissi, pavimenti, installazione di condizionatori ecc… sono a carico del proprietario. La manutenzione ordinaria, come la sostituzione di un vetro rotto o tinteggiatura dei locali sono a carico totale dell’inquilino.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Contratti di locazione

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.