'Cartelle di pagamento e prescrizione: quali atti la interrompono? -

Cartelle di pagamento e prescrizione: quali atti la interrompono?

Quali sono gli atti che interrompono la prescrizione di una cartella di pagamento?

di , pubblicato il
Quali sono gli atti che interrompono la prescrizione di una cartella di pagamento?

Molto spesso si conta sulla prescrizione per non dover pagare una cartella di pagamento vecchia. Ma attenzione, ci sono degli atti che vanno ad interrompere la prescrizione per far ricominciare il conteggio dall’inizio.

La prescrizione, infatti, avviene soltanto se dopo la consegna della cartella esattoriale non sia stato notificato nessun atto interruttivo della prescrizione stessa.

Cartelle di pagamento: atti di interruzione della prescrizione

Limitiamoci a vedere quali sono gli atti che interrompono la prescrizione delle sole cartelle di pagamento notificate di Equitalia, prendendo in considerazione anche il prossimo passaggio di consegne e Agenzie delle Entrate – Riscossione.

Se non si è impugnata una cartella di pagamento entro un determinato periodo di tempo e sono scaduti i termini del ricorso, per potersi liberare del debito bisogna soltanto sperare nella prescrizione della cartella, un termine che va calcolato dal giorno dopo la notifica della cartella.

Una volta che interviene la prescrizione il Fisco non potrà più pretendere il pagamento della cartella ma affinchè la prescrizione avvenga è necessario che durante il termine in cui opera non venga ricevuto dal contribuente alcun atto interruttivo, come ad esempio richieste di pagamento inviate tramite raccomandata che fanno ricominciare il calcolo del termine di prescrizione.

Quali atti interrompono la prescrizione?

Un sollecito di pagamento può valere ad interrompere la prescrizione solo se in esso è indicato anche il numero e la data della notifica della cartella. L’atto per poter interrompere la prescrizione deve contenere l’intimidazione di pagamento (valido anche un preavviso di fermo o di ipoteca a tal riguardo). Ma l’elemento fondamentale che costituisce un atto interruttivo è la modalità con cui il contribuente lo riceve: esso deve essere consegnato attraverso messo comunale o con raccomandata a.

r.

Se si riceve, quindi, un avviso di pagamento tramite posta semplice esso non costituisce un atto interruttivo della prescrizione.  

Argomenti: ,