Cartelle esattoriali: pagare fino all’8% in meno senza aggio

Cartelle esattoriali: cambia la percentuale di Equitalia. Si va verso l’abolizione dell’aggio?

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Cartelle esattoriali: cambia la percentuale di Equitalia. Si va verso l’abolizione dell’aggio?

L’aggio che si paga sulle cartelle esattoriali corrisponde alla percentuale per il servizio che viene trattenuta da Equitalia come rimborso per l’opera di riscossione. Da più parti è stato sottolineato come la misura di questo importo, calcolato in percentuale e non modulato sulle effettive spese sostenute, sia di dubbia costituzionalità tanto che la questione della legittimità dell’aggio era finita di fronte alla Corte Costituzionale. Si tratta da questa prospettiva di una “tassa sulla tassa”.  

Aggio in percentuale: penalizzati i grossi debiti Equitalia

La questione, come intuitivo, riguarda in particolare i casi di cartelle Equitalia più esose.   Supponiamo ad esempio che venga notificata una cartella da circa 2 mila euro: applicare una percentuale per l’aggio supera di gran lunga quella che può essere l’effettiva spesa di gestione della pratica (che di solito corrispondono a quelli di una raccomandata A/R e quindi pochi euro). La Consulta ha rigettato la questione rimbalzando la decisione al Parlamento. Quali possibili scenari ora?  

Cartelle Equitalia: aggio rimodulato o cancellato

Le soluzioni al vaglio sono due: da un lato la rimodulazione dell’aggio nelle cartelle esattoriali di pagamento, dall’altro la cancellazione totale del costo di servizio. In altre parole Equitalia dovrebbe rinunciare all’aggio e versare la relativa quota (circa 500 milioni l’anno) allo Stato cosa che confermerebbe la funzione pubblica dell’agente della riscossione, come ha sottolineato anche lo stesso presidente di Equitalia Vincenzo Busa. Novità in un verso o nell’altro potrebbero giungere dal pacchetto fiscale in calendario per venerdì.      

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.