'Carta Sia da oggi può essere richiesta: ecco il modulo da compilare -

Carta Sia da oggi può essere richiesta: ecco il modulo da compilare

Da oggi è possibile presentare la domanda per essere ammessi a beneficiare del Sostegno di Inclusione Attiva.

di , pubblicato il
Da oggi è possibile presentare la domanda per essere ammessi a beneficiare del Sostegno di Inclusione Attiva.

Il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, in una nota di ieri 1 settembre ricorda che da oggi il Sia entra nel vivo per la lotta alla povertà e all’inclusione sociale.

Le domande per essere ammessi a beneficiare della Carta Sia possono essere presentate da oggi compilando il seguente modulo. L’accettazione della domanda prevede l’erogazione di un sostegno economico a patto che si aderisca ad un patto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa per le famiglie con disagio economico. Al riguardo puoi leggere anche Carta Sia e Sostegno Inclusione Attiva: al via da domani, come fare domanda?

Il Ministro del Lavoro ricorda che il sostegno economico sarà rivolto a circa 200mila famiglia e coinvolgerà 500mila minori per un totale di quasi 1 milione di persone.

Il Sia, ampliando la platea dei beneficiari ha l’obiettivo di diventare lo strumento universale per il contrasto della povertà.

“Per la prima volta nella storia del nostro Paese abbiamo un piano di intervento integrato che mette a sistema i diversi attori e strumenti dedicati ai cittadini più bisognosi. Non più una serie di misure frammentarie e scoordinate, ma un quadro d’intervento unitario fondato su una misura universale finalizzata a sostenere l’attivazione dei cittadini su percorsi personalizzati di emersione dallo stato di bisogno: una misura ponte, anticipazione del reddito di inclusione che sarà operativo a partire dal 2017, dopo l’approvazione al Senato della legge delega per il contrasto alla povertà” commenta il ministro.

Il beneficio economico che varia da 80 a 400 euro mensili in base alla composizione del nucleo familiare, dura un anno ed è erogato bimestralmente. L’attivazione dell’erogazione è per il bimestre successivo a quello di presentazione della domanda e si ricorda che per la presentazione delle domande non è prevista una scadenza.

Argomenti: ,