'Carta d’identità scaduta in tempo di Covid-19: rinnovo rinviato dopo il 31 agosto 2020 salvo l’espatrio -

Carta d’identità scaduta in tempo di Covid-19: rinnovo rinviato dopo il 31 agosto 2020 salvo l’espatrio

Il decreto Cura Italia ha prorogato al 31 agosto 2020 la validità delle carte d’identità con data di scadenza ricadente successivamente al 31 gennaio 2020 salvo l’esigenza di espatriare

di , pubblicato il
Il decreto Cura Italia ha prorogato al 31 agosto 2020 la validità delle carte d’identità con data di scadenza ricadente successivamente al 31 gennaio 2020 salvo l’esigenza di espatriare

La carta d’identità scaduta o in scadenza di questi periodi resta valida fino al 31 agosto prossimo. A prevederlo è l’art. 104 del decreto Cura Italia anche nella sua definitiva conversione in legge avvenuta la scorsa settimana. Oggetto di proroga sono solo i documenti che riportino scadenza tra il 31 gennaio 2020 (data in cui è stato dichiarato lo stato di emergenza da Covid-19) e il 30 agosto 2020, mentre per i documenti con scadenza dal 31 agosto 2020 è mantenuta la validità ordinaria. La misura è finalizzata ad “evitare l’aggregazione di persone negli spazi degli uffici aperti al pubblico che non consentono di rispettare agevolmente una adeguata distanza interpersonale, con l’effetto di ridurre l’esposizione al rischio di contagio”.

La proroga è valida anche per altri documenti, quali: il passaporto; la patente di guida, la patente nautica, il libretto di pensione, il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici, il porto d’armi, le tessere di riconoscimento, purché munite di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciate da un’amministrazione dello Stato. Si tratta di documenti ritenuti equipollenti alla carta di identità (ai sensi dell’articolo 35, co. 2, D.P.R. n. 445 del 2000).

Il rinnovo al comune solo per l’espatrio

Esiste, tuttavia, un’eccezione alla proroga ed è prevista nel caso della necessità di espatrio. Infatti, espressamente nel menzionato art. 104 del Cura Italia è stabilito che “La validità ad ogni effetto dei documenti di riconoscimento e di identità di cui all’articolo 1, comma 1, lettere c), d) ed e), del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto e’ prorogata al 31 agosto 2020. La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento”.

Nel caso di esigenza di espatriare è possibile, dunque, anche in questo periodo di emergenza sanitaria, recarsi al comune per il rinnovo.

Si ricorda che la carta d’identità ha una validità di 10 anni ridotta a 3 anni per i minori di età inferiore ai tre anni mentre la validità è di 5 anni per i minori di età compresi tra i 3 anni ed i 18 anni. Il documento è titolo valido per l’espatrio anche per motivi di lavoro negli Stati membri dell’Unione europea e in quelli con i quali vigono, comunque, particolari accordi internazionali (area Schengen). Altra cosa importante da ricordare è che la proroga al 31 agosto non vale per la tessera sanitaria. Per quest’ultimo documento, infatti, l’articolo 12 del D.L. 9/2020 ha prorogato al 30 giugno 2020 la scadenza delle tessere sanitarie aventi una scadenza precedente a detto termine.

Argomenti: , ,