Canone RAI speciale: c’è la proroga

C’è più tempo per il pagamento del canone RAI dovuto per il possesso dell’apparecchio radiotelevisivo nei locali dove è esercitata l’attività d’impresa o lavoro autonomo

di , pubblicato il
C’è più tempo per il pagamento del canone RAI dovuto per il possesso dell’apparecchio radiotelevisivo nei locali dove è esercitata l’attività d’impresa o lavoro autonomo

La RAI ufficialmente mette a conoscenza sul proprio sito istituzionale che in seguito a quanto disposto dall’art.62 del Decreto-legge 17 marzo 2020, n.18 (decreto Cura Italia), il termine per il pagamento della seconda rata trimestrale del canone di abbonamento speciale è prorogato (almeno per ora) dal 30 aprile al 30 giugno 2020. Il citato art. 62, infatti, stabilisce espressamente che per i soggetti che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato sono sospesi gli adempimenti tributari diversi dai versamenti e diversi dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale in scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020. Tali adempimenti potranno effettuarsi entro il 30 giugno prossimo senza applicazione di alcuna sanzione. La misura si inserisce tra quelle di aiuto alle imprese in considerazione del diffondersi dell’epidemia Covid-19 nel nostro territorio. Interessati dalla proroga del canone sono coloro che detengono uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o comunque fuori dell’ambito familiare, o che li impiegano a scopo di lucro diretto o indiretto. Al riguardo, tuttavia, la RAI non specifica se il beneficio interessa tutte le attività oppure solo quelle colpite dai provvedimenti di chiusura di cui ai diversi DPCM. In assenza di indicazioni, è da ritenersi che la proroga interessa tutti coloro tenuti al versamento. Si ricorda che i termini di scadenza per il pagamento del canone sono i seguenti:

  • Il 31 gennaio (pagamento annuale)
  • Il 31 gennaio ed il 31 luglio (pagamento semestrale)
  • Il 31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio ed il 31 ottobre (pagamento trimestrale).

Laddove la scadenza cada di sabato o di giorno festivo, il pagamento stesso è considerato tempestivo se effettuato il primo giorno lavorativo successivo.

L’importo è diverso per ciascuna attività

Il canone RAI speciale (diverso dal Canone RAI ordinario), dunque, è quello dovuto per il possesso del televisore nell’ambito dell’attività esercitata. Ha validità limitata all’indirizzo per cui è stipulato, indicato nel libretto di iscrizione. Ciò significa che laddove si hanno più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in sedi diverse si dovrà stipulare un canone per ciascuna di esse (si pensi, ad esempio, alle catene alberghiere, di ristoranti, ecc.). Gli importi dovuti variano a seconda dell’attività esercitata. A titolo esemplificativo per gli alberghi con 5 stelle e 5 stelle lusso con un numero di camere pari a o superiore a cento, l’importo annuale è di 6.789,40 (euro 3.463,98 semestrale ed Euro 1.801,28 trimestrali); mentre per alberghi con 4 e 3 stelle e pensioni con 3 stelle con un numero di televisori pari o inferiore a dieci; alberghi, pensioni e locande con 2 e 1 stella; residenze turistiche alberghiere e villaggi turistici con 2 stelle; campeggi con 2 e 1 stella; affittacamere; esercizi pubblici di terza e quarta categoria; altre navi; aerei in servizio pubblico; ospedali; cliniche e case di cura; uffici, l’importo annuale è di 407,35 euro (euro 207,82 semestrale e 108,07 trimestrale). Quanto pagato è deducibile, ai fini fiscali, dal reddito dell’attività secondo il principio di cassa (art. 99 del TUIR). Il titolare è tenuto altresì ad obblighi informativi nella dichiarazione dei redditi, in cui è chiamato a riportare una serie dati inerenti l’abbonamento stesso. L’ente della televisione nazionale sul proprio sito mette altresì a conoscenza che da quest’anno 2020 anche i nuovi abbonati possono effettuare il pagamento del Canone Radiotelevisivo Speciale con carte di credito dei principali circuiti internazionali con commissioni a carico di Rai (non è prevista fatturazione elettronica). Il servizio è attivo per le seguenti tipologie di carte: Visa credito consumer, Visa debito consumer, Visa credito commercial, Visa debito commercial, Mastercard credito consumer, Mastercard debito consumer, Mastercard credito commercial, Mastercard debito commercial, Maestro debito consumer, Maestro debito commercial.

Argomenti: ,