Canone Rai: si può chiedere l’esenzione per redditi bassi?

Esenzione Canone Rai, se si è in difficoltà economiche o si hanno redditi bassi, è possibile fare domanda di esenzione? Tutte le novità.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Canone Rai esenzione

Canone Rai, le risposte ai nostri lettori:

1) Salve, vorrei delle info per quanto riguarda l’esonero del canone rai…. Io attualmente non lavoro e mia moglie ha una busta paga che non arriva neanche a 600 euro, pertanto, volevo sapere se eravamo esonerai dal pagamento… distinti saluti.

Risposta

Sono esonerati dal canone RAI i cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 8.000 euro, il limite di reddito è passato da 6.713,98 a 8.000 (si fa riferimento ai redditi dichiarati all’anno precedente).

Sono inclusi nei redditi gli interessi maturati su depositi bancari, postali e titoli di stato, così come i redditi esenti da Irpef e il reddito dell’abitazione principale e le relative pertinenze.

Attenzione, la soglia riguarda la somma dei redditi del contribuente over 75 e del coniuge convivente. Inoltre, non possono esserci altri soggetti conviventi titolari di reddito diversi dal coniuge appunto.

Si ricorda che l’esenzione del canone Rai over 75 enni, può essere richiesta solo per la TV nell’abitazione di residenza.

Nel caso specifico non si può chiedere l’esonero del canone RAI.

Esenzione Canone RAI: reddito lordo o reddito netto?

2) Signora Tortora buongiorno. Ho letto il suo articolo su Investire Oggi a proposito dell’esenzione canone RAI. Vorrei procedere alla richiesta online ma ho un dubbio sul reddito. I miei genitori 91 enni, in casa di riposo da un anno, hanno un reddito lordo di 8078,00 euro, e circa 1800 euro di tassazione.
Cosa dovrei dichiarare ? Reddito loro o reddito al netto delle tasse?
Nel primo caso non potrei avere l’agevolazione perché’ supero la soglia di 8000 euro!
Quale casella del CUD dovrei considerare? La ringrazio per l’attenzione, saluti.

Risposta

Va indicato l’imponibile che risulta dalla dichiarazione dei redditi presentata per l’anno d’imposta precedente. Per chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi (730 o Redditi), viene considerato come riferimento il reddito indicato nella Certificazione unica. Quindi il reddito al lordo delle imposte.
Ricordiamo che sono esclusi dal calcolo per l’esenzione del Canone Rai, i redditi esenti da Irpef, ad esempio: pensioni di guerra, rendite Inail, pensioni di invalidità civile, i trattamenti di fine rapporto, il reddito della casa di abitazione principale e relative pertinenze e i redditi soggetti a tassazione separata.
L’esenzione del canone Rai, spetta alla persone over 75, quindi pensionati. Il reddito da considerare nella CU 2018 è la casella n. 3 – Redditi di pensione.

Esenzione canone Rai, per difficoltà economiche

4) Gentile Signora Tortora, vorrei chiederLe chiarimenti in merito all’esenzione al pagamento del canone RAI per reddito. Il caso di mio padre è il seguente. Mio padre attualmente vive solo, ha una pensione che viene “totalmente assorbita” per il pagamento della retta della casa di riposo ove risiede mia madre con grave Alzheimer. Le volevo chiedere se nel caso di mio padre puo’ essere data l’esenzione al pagamento del canone rai, stante il fatto che lui vive con TRE euro al giorno (quello che gli rimane per sé dopo aver pagato la retta della casa di riposo). Dimostrando il costo della retta ed il reddito si potrebbe chiedere l’esenzione? La ringrazio e la saluto.

Purtroppo, l’esenzione non prevede difficoltà economiche, ma si basa sui redditi degli aventi diritto. Quindi, se i suoi genitori superano il reddito annuo di 8.000 euro, suo padre non può farne richiesta.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Fisco e tasse, Esenzione Canone Rai