Canone Rai, domanda esenzione e rimborso anni pagati

Esenzione canone Rai, quando è possibile e cosa fare se si è già pagato, tutte le informazioni (istruzione + moduli).

di Angelina Tortora, pubblicato il
Canone Rai esenzione

Canone Rai: Buongiorno, mia nonna ha 83 anni e un valore isee di 7.387 euro. Quindi dovrebbe rientrarci giusto?

Inoltre volevo chiederle dove posso fare la domanda di esenzione? E se la riduzione riguarda il 2018 o il 2019? Perché quello di quest’anno già l’ha pagato. In caso si può chiedere un rimborso? In attesa di risposta La ringrazio per la disponibilità. Cordialmente.

Risposta

Sua nonna può fare richiesta di esonero del pagamento del canone Rai. La domanda di esenzione può:

  • essere spedita a mezzo del servizio postale in plico raccomandato, senza busta, al seguente indirizzo Agenzia delle entrate – Ufficio di Torino 1 – Sportello Abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino (in tal caso va allegata copia di un valido documento di riconoscimento);
  • essere consegnata dall’interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate;
  • essere trasmessa, firmata digitalmente, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo [email protected]

Modelli

Può scaricare qui il modello da compilare e inviare:

Importo canone Rai anno 2018

Per l’anno 2018 l’importo del canone di abbonamento alla televisione per uso privato resta invariato e ammonta a euro 90 (art.1, comma 40, della legge 11 dicembre 2016, n.232, come modificato dall’art.1, comma 1147, della legge 27 dicembre 2017, n.205).

Come chiedere il rimborso del canone già pagato

I cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 6.713,98 euro (per le richieste relative agli anni fino al 2017) oppure a euro 8.000,00 (per le richieste relative all’anno 2018), possono presentare una dichiarazione sostitutiva con cui attestano il possesso dei requisiti per essere esonerati dal pagamento del canone TV (compilazione della sezione I del modello di dichiarazione sostitutiva).

I cittadini che hanno pagato il canone TV, pur essendo in possesso dei requisiti previsti dalla legge, possono chiederne il rimborso mediante il modello per la richiesta di rimborso che contiene anche la dichiarazione sostitutiva attestante la sussistenza delle condizioni e dei requisiti che danno diritto all’esenzione

In alternativa, se il canone non dovuto è stato versato mediante la bolletta elettrica, è possibile richiedere il rimborso, dopo aver presentato la dichiarazione sostitutiva che attesta il possesso dei requisiti, utilizzando lo specifico modello – pdf che può essere trasmesso anche on line – indicando la causale 1.

Si ricorda che la richiesta di rimborso può:

  • essere spedita a mezzo del servizio postale in plico raccomandato, senza busta, al seguente indirizzo Agenzia delle entrate – Ufficio di Torino 1 – Sportello Abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino (in tal caso va allegata copia di un valido documento di riconoscimento);
  • essere consegnata dall’interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate;
  • essere trasmessa, firmata digitalmente, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo [email protected]

Moduli per richiesta di rimborso da scaricare

E’ possibile scaricare qui i moduli per la richiesta di rimborso:

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco, Canone Rai, Esenzione Canone Rai, Rimborso canone Rai