Cani, il governo vuole abbattere i randagi

Il Governo vuole abbattere i cani randagi, la denuncia dell'Aidaa sulle norme contro i quattro zampe vaganti contenute nel c.d. "Piano per il lupo"

di , pubblicato il
Il Governo vuole abbattere i cani randagi, la denuncia dell'Aidaa sulle norme contro i quattro zampe vaganti contenute nel c.d.

Cani randagi, il Governo li vuole abbattere, l’allarme arriva dall’associazione dell’Aidaa. Secondo l’associazione il Governo con il c.d. “Piano per il lupo” ha dato libertà ai cacciatori di sparare non solo lupi ma anche ai quattro zampe vaganti.
Il piano per il lupo, ha scatenato le proteste degli ambientalisti e animalisti. Il testo rischia di trasformasi in una caccia al lupo, ma non solo, l’Aidaa afferma, che riguarderebbe anche i cani randagi.

Cani randagi: licenza di uccidere

Nel Piano per il lupo è contenuta una revisione della legge sul randagismo (281/1991): “indispensabile per ridurre significativamente l’impatto esercitato dai cani vaganti sul lupo, sulla fauna selvatica e anche sull’uomo”.
Secondo il presidente dell’associazione, Lorenzo Croce, il testo dà via libera alla mattanza a fucilate dei cani randagi senza limiti percentuali”, questo vuole dire che “non solo le regioni possono dare il via alle mattanze ma anche ad avvelenamenti di massa”.

Cani e gatti: assistenza sanitaria con sconti del 50%

Argomenti: