Calendario pagamento pensioni 2023 mese per mese

Il calendario di pagamento delle pensioni del 2023. Tutte le date di accredito dell’assegno e le modalità di riscossione in banca e Posta.

di , pubblicato il
pensioni

L’Inps ha reso noto il calendario completo del pagamento delle pensioni per il 2023. Come noto, il pagamento avviene sempre il primo giorno bancabile del mese. Se la data ricade in un giorno festivo o di domenica, l’accredito slitta al primo giorno lavorativo successivo.

Ma se questa è la regola ufficiale per il pagamento delle pensioni, la data di riscossione può variare. Chi dispone di conto corrente bancario o postale può prelevare la pensione il giorno stesso dell’accredito, sia alla sportello che presso gli Atm. Chi, invece, ritira l’assegno in Posta deve rispettare apposita turnazione alfabetica che mensilmente viene pubblicata da Poste Italiane.

Il calendario dei pagamenti 2023

Di seguito riportiamo le date di accredito mensile della pensione predisposte dall’Inps di comune accordo con Poste Italiane per la riscossione dell’assegno in contanti:

  • Gennaio 2023, martedì 3 gennaio per banche e poste
  • Febbraio 2023, mercoledì 1° febbraio per banche e poste;
  • Marzo 2023, mercoledì 1° marzo per banche e poste;
  • Aprile 2023: sabato 1° aprile alla posta, lunedì 3 aprile in banca;
  • Maggio 2023: martedì 2 maggio per banche e poste;
  • Giugno 2023: giovedì 1° giugno per banche e poste;
  • Luglio 2023: sabato 1° luglio alla posta, lunedì 3 luglio in banca;
  • Agosto 2023: martedì 1° agosto per banche e poste;
  • Settembre 2023: venerdì 1° agosto per banche e poste;
  • Ottobre 2023: lunedì 2 ottobre per banche e poste;
  • Novembre 2023: giovedì 2 novembre per banche e poste;
  • Dicembre 2023: venerdì 1° dicembre per banche e poste.

Il rateo pensione di gennaio è stato pagato eccezionalmente un giorno dopo per questioni tecniche legate agli aggiornamenti informatici annuali Inps.

Pensione a domicilio

Anche per il 2023 è possibile farsi consegnare la pensione a domicilio per chi la ritira in contanti presso gli uffici postali. Prosegue infatti la collaborazione fra Poste Italiane e Arma dei Carabinieri per la consegna a casa dell’assegno mensile a chi è in difficoltà.

Il servizio, entrato in funzione durante il periodo della pandemia, è rivolto a tutti i cittadini over 75 ed è gratuito. Funziona attraverso l’istituto della delega ai Carabinieri, purché il pensionato non abbia già delegato altre persone o familiari.

Più precisamente, in base alla convenzione sottoscritta, i Carabinieri si recano presso gli sportelli degli uffici postali per riscuotere la pensione per poi consegnarla al domicilio del beneficiario. Per poter usufruire di tale servizio, rivolto soprattutto a persone sole e in difficoltà, è necessario prendere contatti con Poste Italiane al numero verde 800556670 oppure presso l’ufficio di zona per formalizzare la richiesta.

Poste Italiane informerà quindi la stazione dei Carabinieri di competenza territoriale che prenderà contatti con il delegante per la riscossione e la consegna delle pensione. Sempre nel rispetto della turnazione alfabetica predisposta mensilmente da Poste Italiane.

Argomenti: ,