Busta arancione: consigli per leggerla senza errori

Busta arancione: ecco come leggerla senza errori per una previsione sulla pensione attendibile

di , pubblicato il
Busta arancione: ecco come leggerla senza errori per una previsione sulla pensione attendibile

L’Inps sta provvedendo a spedire la busta arancione per il 2016 a 150 mila lavoratori. Ma come leggerla senza errori per farne davvero uno strumento attendibile? Va detto che il calcolo fatto dall’Inps nella busta arancione presenta dei limiti. Ecco alcuni consigli da tenere a mente.

Pil e inflazione nella busta arancione: previsioni Inps troppo ottimistiche

La previsione della busta arancione si basa su un Pil pari all’1,5% annuo ma negli ultimi cinque anni la realtà è stata diversa e meno positiva; anche il tasso di inflazione considerato (standard del 2%) si discosta dalla realtà.

Calcolo pensione busta arancione e lavoro

Anche la carriera analizzata nella busta arancione appare non del tutto corrispondente alla realtà. Si ipotizza infatti che il lavoratore non abbia buchi contributivi o periodi di disoccupazione. Anche a livello di retribuzione le aspettative sono forse troppo rosee: la la crescita della retribuzione è stimata intorno all’1% annuo. Senza contare che tutte le proiezioni sono effettuate al lordo delle tasse.

Pensioni future e conti Inps: importi a rischio tagli?

Non bisogna poi dimenticare che, per far quadrare i conti, l’Inps potrebbe tagliare gli importi delle pensioni erogate o cambiare in senso restrittivo i requisiti di accesso alla pensione.

[tweet_box design=”box_07″ float=”none”]Ti fidi della previsione Inps per la pensione contenuta nella busta arancione?[/tweet_box]

Come leggere la busta arancione e come tutelarsi

La busta arancione quindi va interpretata come un utile strumento previsionale ma ben tenendo conto dei suoi limiti. E per tutelarsi per tempo può essere opportuno pensare per tempo alla pensione integrativa.

 

Argomenti: , ,