Brexit, Uk esce dall’Europa: cosa cambia per gli italiani che lavorano e studiano a Londra?

Italiani a Londra per studio o lavoro: quali saranno gli effetti della Brexit

di , pubblicato il
Italiani a Londra per studio o lavoro: quali saranno gli effetti della Brexit

 

Stamattina l’Europa si è svegliata con una notizia shock: al referendum Brexit ha vinto la volontà di uscire. Ne parlano tutti in Italia ma soprattutto ne parlano, non senza preoccupazione, gli italiani che vivono a Londra per lavoro o studio.

Brexit: gli effetti sulle pensioni

Italiani a Londra: chi sarà coinvolto dalla Brexit?

Partiamo brevemente dai numeri: nel Regno Unito ad oggi vivono circa 3,3 milioni di cittadini comunitari.

Tra questi la maggior parte sono polacchi ma sicuramente non mancano gli italiani (ad oggi circa 500 mila). Cosa succederà agli italiani che sono in Inghilterra per lavoro o studio?

Quel che è certo è che per due anni almeno non ci saranno conseguenze dirette per gli italiani che lavorano nel Regno Unito e che potranno continuare a farlo senza problemi. Questo è infatti il periodo transitorio entro il quale Londra uscirá ufficialmente dall’Ue.

In tutto questo Londra continua ad avere bisogno di manodopera straniera.

I sostenitori della Brexit hanno insistito proprio sui presunti effetti positivi sul mercato del lavoro ma quindi le cose potrebbero stare diversamente. E’ facile prevedere una stretta su aspetti di welfare come gli assegni familiari o l’indennità di disoccupazione.

Studiare a Londra: cosa cambia con la Brexit?

Diverso il discorso per gli studenti universitari che si trovano nel Regno Unito. Ad oggi questi ultimi hanno potuto contare su un sistema di mutuo riconoscimento degli attestati e sulla possibilità di pagare le tasse con una equiparazione ai cittadini britannici ma le cose potrebbero cambiare. Facciamo un esempio pratico: il prezzo medio completo per il corso di laurea in medicina sarebbe di 36 mila euro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,