Boom ape volontario, cosa potrebbe cambiare con la riforma pensioni del nuovo governo

Prestito APE: boom di domande e scenari futuri. Quanto costa il prestito pensionistico e quale impatto avrà la riforma pensioni del nuovo governo.

di , pubblicato il
Prestito APE: boom di domande e scenari futuri. Quanto costa il prestito pensionistico e quale impatto avrà la riforma pensioni del nuovo governo.

Oltre 4.200 domande di pensione con prestito APE presentate all’Inps in un solo mese. L’importo medio del prestito pensionistico erogato è di 925 euro. Questa misura dovrebbe resistere peraltro alla riforma pensioni al vaglio del futuro governo Lega-5 Stelle. Tuttavia un effetto indiretto sul prestito APE potrebbe giungere dalle misure volte a riscrivere la legge Fornero sulle pensioni. Vediamo perché e in che misura.

Riforma pensioni Lega-5 Stelle: quale effetto sul prestito APE

Il contratto Lega-5 Stelle per il governo giallo-verde non fa riferimento al prestito APE volontario. Questa misura di uscita anticipata ha debuttato in via sperimentale e prevede, come noto, la possibilità di smettere di lavorare a 63 anni con 20 anni di contributi. A livello di copertura economica è da notare il basso impatto finanziario sulle casse dello Stato perché il costo dell’APE volontario ricade sul lavoratore che accetta il prezzo da pagare per smettere di lavorare con un anticipo che può arrivare fino a 43 mesi rispetto ai requisiti per la pensione di vecchiaia. Il prestito ponte viene anticipato ed erogato dalle banche convenzionate (Oltre a Intesa Sanpaolo, per il momento partner bancario unico aderente alla convenzione Abi-Ania-Inps, a questa fase sperimentale APE hanno preso parte quattro compagnie assicurative: Allianz, Unipol-Sai, Generali e PosteVita). E il riscontro è stato notevole: dallo scorso 13 maggio sono state raccolte oltre 4.200 richieste di anticipo pensionistico.

La buona notizia quindi è che la riforma pensione eventualmente messa in atto dal nuovo governo non intaccherà il prestito APE: la sperimentazione andrà avanti senza modifiche almeno fino a dicembre del 2019 (data in cui termine la sperimentazione e sarà possibile fare un bilancio dei costi della misura per le assicurazioni).
L’effetto indiretto della riforma pensioni sul prestito APE potrebbe dipendere dal fatto che l’abbassamento dei requisiti per la pensione potrebbe rendere meno allettante investire nel costo dell’ape volontario per anticipare ulteriormente l’uscita. E’ intuitivo infatti che maggiore sarà il numero di anni di anticipo pensione con il prestito APE e più allettante sarà questa misura per i lavoratori prossimi alla pensione.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,