Bonus verde, proroga anche per il 2020: novità lavori giardini e terrazzi

Dopo la proroga della quasi totalità dei bonus casa, sarà possibile usufruire, anche, del “bonus verde” fino al 31 dicembre 2020.

di , pubblicato il
Dopo la proroga della quasi totalità dei bonus casa, sarà possibile usufruire, anche, del “bonus verde” fino al 31 dicembre 2020.

Il bonus verde, sostanzialmente, consiste in una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per i seguenti interventi:

  • Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • Realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Come avviene, anche, per le altre detrazioni sulla casa, questo bonus deve essere ripartito in dieci quote annuali di pari importo.

La spesa massima è di 5.000 euro, quindi una detrazione massima di 1.800 euro (36% di 5.000), per unità immobiliare a uso abitativo, comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

Il pagamento deve avvenire attraverso mezzi tracciabili quali, ad esempio, bonifici bancari o postali, secondo le modalità previste dalla legge.

Può beneficiare della detrazione chi possiede o detiene, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile oggetto degli interventi e che ha sostenuto le relative spese.

Infine, secondo quanto chiarito dell’Agenzia delle Entrate: «il bonus verde spetta anche per le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. In questo caso, ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi».

Arriva la proroga del governo

Dopo la proroga degli altri bonus casa, arriva, anche per il bonus verde, l’emendamento del Governo grazie al quale si potrà continuare a detrarre il 36% sui lavori di risistemazione di giardini e terrazze, fino al 31 dicembre 2020.

Ricordiamo che la norma, introdotta a partire dal primo gennaio 2018, in mancanza di questo emendamento, sarebbe stata applicabile solo fino al 31 dicembre 2019.

Potrebbe anche interessarti: “Proroga bonus casa 2020: come funzioneranno e novità più importanti” e “Bonus verde: arriva la proroga anche per il 2020 e 2021”.

Argomenti: , ,