Bonus Vacanze, ecco perché non si può parlare di una vera proroga

Sono state introdotte due importanti novità relativamente al bonus vacanze: proroga e più possibilità di utilizzo. Ecco i dettagli.

di , pubblicato il
Il bonus vacanze diventa tutto incluso, boom di prenotazioni in Italia

La misura del bonus vacanze – che consiste in uno sconto fino a 500 euro da utilizzare per il pagamento dei servizi offerti in ambito nazionale da imprese turistico ricettive, agriturismi e bed&breakfast – di recente è stata aggiornata. Una delle ovità più importanti è sicuramente quella che riguarda la proroga della misura stessa fino al 31 dicembre del 2021. Ma siamo sicuri che si tratti di una vera proroga?

Bonus Vacanze, cos’è?

Il bonus vacanze, sostanzialmente, è uno sconto sul prezzo dei servizi offerti in ambito nazionale da imprese turistico ricettive, agriturismi e bed&breakfast.

Il valore del bonus varia in base al numero dei componenti del nucleo familiare:

  • 500 euro per nuclei composti da almeno 3 persone;
  • 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone;
  • 150 euro per i nuclei familiari composti da una sola persona.

Il credito è utilizzabile:

  • Per l’80 per cento sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, applicato direttamente dalla struttura turistica;
  • Per il 20 per cento in forma di detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi.

Messaggio su IO, ci sono importanti novità

In questi giorni, sono state introdotte importanti novità relativamente al bonus vacanze.

Innanzitutto, sarà possibile usufruire del bonus anche presso le agenzie di viaggio e i tour operator che aderiscono all’iniziativa, e non più solo presso le strutture turistico-ricettive dove avviene il soggiorno.

Ma la novità più importante è la proroga della misura fino alla fine del 2021. Ma attenzione, in realtà non si tratta di una vera proroga. Questa, infatti, riguarda soltanto l’utilizzo del bonus già richiesto entro i termini originariamente stabiliti e non ancora utilizzato. Ad ogni modo, oggi, non è più possibile richiederne l’attivazione.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,