Proroga bonus vacanze: l’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida

Allungato di 6 mesi la spendibilità del bonus vacanze istituito con il decreto Rilancio

di , pubblicato il
Allungato di 6 mesi la spendibilità del bonus vacanze istituito con il decreto Rilancio

Dopo la proroga ad opera del decreto Ristori (decreto-legge n. 137 del 2020), l’Agenzia delle Entrate aggiorna la guida dedicata al bonus vacanze istituito con il decreto Rilancio.

Il beneficio, ricordiamo, consiste in un contributo da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia. E’ stato voluto quale misura di sostegno per il settore del turismo fortemente danneggiato dalla crisi economica legata all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Bonus vacanze: condizioni, importi e utilizzo

Il bonus può essere chiesto da cittadini italiani con ISEE del nucleo familiare pari o inferiore a 40.000 euro e l’importo spettante varia a seconda della composizione del nucleo stesso (500 euro per nucleo composto da tre o più persone; 300 euro da due persone; 150 euro da una persona).

Riguardo le modalità di utilizzo, questi per l’80% del suo importo è goduto nella forma dello sconto in fattura applicato dalla struttura ricettiva in cui si alloggia (la struttura, comunque, non è obbligata ad accettarlo ma è nelle sue facoltà farlo) e per il restante 20%, invece, è goduto nella forma della detrazione fiscale in dichiarazione dei redditi.

La guida dell’Agenzia delle Entrate “Bonus vacanze” è aggiornata con la proroga

Come anticipato in premessa, in considerazione della seconda ondata del Covid-19 che sta interessando il paese e che ha quasi del tutto annullato la possibilità per gli italiani di andare in giro per turismo nel nostro Paese, il legislatore, con il decreto Ristori, ha deciso di prorogare il beneficio, portandone la fruibilità fino al 30 giugno 2021.

A seguito della modifica, dunque, l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato la guida dove ora si legge che il bonus vacanze è fruibile dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2021.

Non più, dunque, fino al 31 dicembre 2020.

Resta fermo, tuttavia, che la richiesta del voucher deve avvenire entro quest’ultimo termine (ossia entro la fine di quest’anno). La guida stessa dell’Amministrazione finanziaria, indica in dettaglio anche le modalità con cui è possibile chiedere il bonus attraverso l’app IO.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,