Bonus vacanze: dal decreto Ristori 6 mesi in più per spenderlo

Arriva, con il decreto Ristori, la proroga di 6 mesi per la spendibilità del bonus vacanze istituito con il decreto Rilancio

di , pubblicato il
Arriva, con il decreto Ristori, la proroga di 6 mesi per la spendibilità del bonus vacanze istituito con il decreto Rilancio

Il decreto Ristori proroga al 30 giugno 2021 la spendibilità del bonus vacanze istituito con il decreto Rilancio.

Con questa misura, dunque, il legislatore tiene conto certamente delle recenti misure restrittive messe in campo dal Governo a fronte della seconda ondata di Covid-19 nel nostro Paese.

Con la chiusura di pub, bar, ristoranti; musei, teatri, ecc. e con i nuovi limiti alla mobilità sarebbe stato un controsenso non intervenire sul bonus vacanze estendendone il periodo temporale di fruibilità.

Le caratteristiche del bonus vacanze

Ricordiamo che il beneficio si sostanzia in un contributo fino 500 euro da utilizzare per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia.

Per ottenerlo è necessario che l’ISEE del nucleo familiare del richiedente sia pari o inferiore a 40.000 euro. Il beneficio riconosciuto varia a seconda della composizione del nucleo familiare. Nel dettaglio è pari a:

  • 500 euro per nucleo composto da tre o più persone
  • 300 euro da due persone
  • 150 euro da una persona.

In merito alle modalità di utilizzo è stabilito che:

  • per l’80% del suo importo è goduto nella forma dello sconto in fattura applicato dalla struttura ricettiva in cui si alloggia (la struttura, comunque, non è obbligata ad accettarlo ma è nelle sue facoltà farlo)
  • per il restante 20%, invece, è goduto nella forma della detrazione fiscale in dichiarazione dei redditi.

Proroga bonus vacanze: domande entro il 31 dicembre 2020

Nelle sua versione originaria, il bonus vacanze risultava spendibile per soggiorni fatti in Italia nel periodo 1° luglio 2020 – 31 dicembre 2020.

Ora, fermo restando tutti i requisiti per ottenerlo e le modalità di richiesta ed utilizzo, con l’art. 5 (commi 6 e 7) del decreto Ristori, si estende il citato periodo di utilizzo fino al 30 giugno 2021 (quindi diventa valido per soggiorni fatti in Italia nel periodo 1° luglio 2020 – 30 giugno 2021).

Ai fini della concessione dell’agevolazione sono prese, tuttavia, in considerazione solo le domande presentate entro il 31 dicembre 2020.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,