Bonus TV per tutti: sconto di 100 euro per la televisione nuova, senza ISEE

Con il nuovo Bonus TV, in pratica, è stato raddoppiato il valore dello sconto, da 50 a 100 euro, e viene allargata la platea dei potenziali beneficiare. Ecco cosa fare per ottenerlo.

di , pubblicato il
Nuovo bonus TV, ecco quanto riceve chi rottama la vecchia TV anche senza ISEE

Sta per arrivare un nuovo bonus per l’acquisto di una televisione di ultima generazione. Stiamo parlando del cosiddetto Bonus TV 2021 che consiste, sostanzialmente, in uno sconto di 100 euro sull’acquisto di una nuova televisione.

La novità più interessante di questo nuovo bonus è che sarà valido per tutti, senza alcuna restrizione ISEE. Vediamo meglio di cosa si tratta e come poter beneficiare di questo nuovo incentivo fiscale.

Nuovo digitale terrestre

L’obiettivo del nuovo Bonus TV è quello di favorire il passaggio alla nuova tecnologia prevista per i decoder del digitale terrestre.

Il nuovo standard per la trasmissione del segnale televisivo Dvbt2 con codifica Hevc main 10 scatterà alla fine di giugno 2022, ma già a partire dal 1° settembre 2021 ci sarà un passaggio intermedio, con la modifica dello standard di compressione e codifica, da Mpeg-2 a Mpeg-4.

Bonus TV da 100 euro per tutti, non ci saranno limitazioni ISEE

La legge di bilancio 2018 aveva già previsto un bonus tv pari a 50 auro, ma soltanto a favore di famiglie con ISEE inferiore 20 mila euro.

Con il nuovo Bonus TV, in pratica, è stato raddoppiato il valore dello sconto, da 50 a 100 euro, e viene allargata la platea dei potenziali beneficiare, eliminando il limite dei 20 mila euro di reddito ISEE, ma potrà essere richiesto solo una volta per nucleo familiare.

Per ottenere il bonus 100 euro tv, ad ogni modo, sarà necessario rottamare un vecchio televisore.

Il bonus consisterà in uno sconto in fattura applicato dallo stesso rivenditore, il quale recupererà la somma in un secondo momento con credito d’imposta.

Per avere ulteriori dettagli in merito al bonus TV pari a 100 euro tv, bisognerà attendere l’emanazione del decreto attuativo del MISE e del MEF.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,