Bonus Tv, il Mise chiede un rifinanziamento da 200 milioni

È indispensabile un rifinanziamento dei bonus tv per tutelare le fasce più deboli che ad oggi non hanno ancora cambiato lo schermo.

di , pubblicato il
Bonus TV, nuove risorse e novità in arrivo: ecco per chi

Negli ultimi mesi si è registrato un vero e proprio boom di acquisti di nuovi televisori. Complice, ovviamente, l’imminente passaggio al nuovo digitale terrestre e l’istituzione dei relativi bonus tv.

Ad ogni modo, i fondi messi a disposizioni per questi bonus stanno per esaurirsi, e il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiesto il loro rifinanziamento per 200 milioni di euro.

Bonus tv e rottamazione tv

Per far fronte al passaggio al nuovo digitale terrestre, il governo ha istituito due nuovi incentivi:

  • Il bonus tv, che consiste in uno sconto di 30 auro a favore di nuclei familiari con ISEE inferiore 20 mila euro.
  • Il bonus rottamazione tv, uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto del nuovo televisore, fino a un massimo di 100 euro. non è previsto alcun limite ISEE, ma sarà riconosciuto una sola volta per nucleo familiare e a condizione che si rottami un vecchio televisore.

Boom di richieste, si chiede il rifinanziamento delle misure

Secondo Davide Rossi, direttore generale Aires, Associazione italiana retailer elettrodomestici specializzati, gli incentivi saranno esauriti nel corso della primavera, ovvero a ridosso dello switch off dei canali Rai e Mediaset.

È indispensabile, dunque, un rifinanziamento dei bonus tv anche per tutelare le fasce più deboli che ad oggi non hanno ancora cambiato lo schermo».

Dello stesso avviso è anche il Mise, il quale ha previsto che già dai primi mesi del prossimo anno le risorse dei bonus tv si esauriranno, proprio quando entrerà nel vivo lo swicht off. Per questo motivo, lo stesso ha chiesto al Mef di rifinanziare le misure in oggetto con 200 milioni di euro. staremo a vedere quali saranno gli sviluppi di questa vicenda.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,