Bonus Tv con rottamazione, come capire se serve davvero un nuovo schermo piatto

Bonus Tv con rottamazione, come capire se serve davvero un nuovo schermo piatto? Basterà fare un piccolo test sui canali, ecco come.

di , pubblicato il
Bonus Tv con rottamazione, come capire se serve davvero un nuovo schermo piatto

Sul bonus Tv con la rottamazione, come capire se serve davvero un nuovo schermo piatto? Perché da un lato è vero che le tempistiche per il passaggio al nuovo digitale terrestre si sono allungate. Ma è anche vero che la transizione verso il nuovo standard Dvb-T2/Hevc Main 10 ci sarà comunque.

Il bonus Tv con la rottamazione, fino a 100 euro, potrebbe tornare utile già dal prossimo mese di ottobre del 2021. Quando ci sarà la migrazione, per molti canali, alla codifica Mpeg-4. Con questa prima transizione tutti i vecchi televisori non HD saranno in fuorigioco. In quanto i canali con la codifica Mpeg-4 non saranno più visibili.

Bonus Tv con la rottamazione, come capire se serve davvero un nuovo schermo piatto

Sul bonus Tv con la rottamazione, e su come capire se serve davvero un nuovo schermo piatto, con il nuovo segnale del digitale terrestre, i canali chiave sono due. Ovverosia, il canale 100 ed il canale 200. Dopo aver effettuato per sicurezza una nuova sintonizzazione automatica dei canali, se i canali 100 e 200 non si vedono, allora il televisore sarà da cambiare. Con un nuovo schermo piatto.

Magari proprio sfruttando il bonus Tv con la rottamazione. Oppure, per chi vuole contenere la spesa, con un decoder che supporta il nuovo standard Dvb-T2/Hevc Main 10. Se invece i canali 100 e 200 si vedono, allora il televisore è già pronto per lo switch-off.

Quali sono gli incentivi statali a disposizione in vista del passaggio al nuovo digitale

In vista del passaggio al nuovo digitale, il bonus Tv con la rottamazione fino a 100 euro è solo uno dei due incentivi statali a disposizione delle famiglie. In quanto c’è pure il bonus Tv-Decoder da 30 euro a patto che l’ISEE non superi la soglia dei i 20.000 euro.

Per l’incentivo pari al 20% del costo d’acquisto del televisore, fino ad un massimo di 100 euro con la contestuale rottamazione del vecchio apparecchio, non ci sono invece limiti di reddito da rispettare. Ma in ogni caso, per il bonus Tv con la rottamazione, occorre essere in regola con il pagamento del canone RAI.

Argomenti: