Bonus Tv ancora non operativo, ma la data del cambio obbligatorio si avvicina

Anche se soltanto pochi giorni fa è stato firmato il decreto attuativo per rendere operativo il Bonus Tv, di fatto non lo è ancora e il tempo stringe.

di , pubblicato il
Nuovo bonus TV, ecco quanto riceve chi rottama la vecchia TV anche senza ISEE

Il tempo per il passaggio al nuovo digitale terrestre stinge, ma del bonus tv ancora non c’è traccia.

La fatidica data dello swich off è fissata per settembre e ancora mancano alcuni cavilli da superare per ottenere un bonus da 100 euro per l’acquisto di un nuovo televisore compatibile con i nuovi standard.

Nuovo digitale terrestre

L’obiettivo dei Bonus TV è quello di favorire il passaggio alla nuova tecnologia prevista per i decoder del digitale terrestre.

Il nuovo standard per la trasmissione del segnale televisivo Dvbt2 con codifica Hevc main 10 scatterà alla fine di giugno 2022, ma già a partire da 1° settembre 2021 ci sarà un passaggio intermedio, con la modifica dello standard di compressione e codifica, da Mpeg-2 a Mpeg-4.

Bonus tv da 100 euro, di cosa si tratta?

Cominciamo col dire che, in realtà, sarebbe più corretto parlare dei bonus tv (al plurale). Infatti, ad oggi, il governo ha previsto due differenti tipi di sconti, e la cosa più interessante è che gli stessi sono cumulabili tra di loro.

Innanzitutto, la legge di bilancio ha previsto un bonus tv pari a 50 auro, ma soltanto a favore di famiglie con ISEE inferiore 20 mila euro.

Accanto a questo incentivo, il Ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, pochi giorni fa ha firmato il decreto attuativo per rendere operativo un altro Bonus Tv, questa volta del valore di 100 euro. Con quest’ultimo bonus viene estesa la platea dei potenziali beneficiare. Il bonus tv da 100 euro, infatti, non prevede alcun limite ISEE, ma sarà riconosciuto una sola volta per nucleo familiare e sarà necessario rottamare un vecchio televisore.

Perché questo ritardo?

Anche se il Ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, pochi giorni fa ha firmato il decreto attuativo per rendere operativo il bonus tv da 100 euro senza Isee, di fatto non lo è ancora.

Bisogna ancora attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e i successivi 15 giorni di vacatio legis. Ma non è tutto.

Successivamente, infatti, dovranno essere predisposti alcuni accorgimenti tecnici, e il rischio di non farcela, entro la fatidica data del primo settembre, comincia a concretizzarsi.

A non essere stata ancora predisposta, in particolare, è la piattaforma telematica dell’agenzia delle Entrate necessaria per far funzionare il bonus. Il rivenditore, infatti, dovrà caricare i dati del cliente, per poi, da lì, ricevere il rimborso.

Secondo alcuni osservatori, in realtà, potrebbe essere utilizzata la piattaforma del primo bonus tv, quello da 50 euro per nuclei familiari con Isee inferiore a 20 mila euro, ma, anche in questo caso, la stessa necessiterà di alcuni aggiornamenti.

 

Articoli correlati

Argomenti: ,