Bonus terme in struttura sbagliata o non accreditata: la prenotazione vale o va annullata?

Ci si interroga sulla validità delle prenotazioni già effettuate presso strutture che si sono registrate sulla piattaforma gestita da Invitalia ma che non hanno alcun accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale

di , pubblicato il
Bonus terme 8 novembre 2021, si parte grande idea ma solo per pochi fortunati

Le risorse destinate al bonus terme sono già esaurite. Ora si ci interroga sulla validità delle prenotazioni già effettuate presso strutture che si sono registrate sulla piattaforma gestita da Invitalia ma che non hanno alcun accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale, SSN.

Cosa succede in questo caso? La prenotazione è valida oppure bisogna provvedere al suo annullamento?

Il bonus terme

IL Bonus terme consiste in uno sconto del 100% sul prezzo d’acquisto di servizi termali, fino ad un importo massimo di 200 euro. La parte eccedente tale importo è a carico del contribuente.

I servizi ammessi includono trattamenti sanitari termali, esami diagnostici e visite specialistiche, trattamenti estetici e di benessere.

Il bonus per l’acquisto di servizi termali è rivolto a tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia, senza limiti di ISEE e senza limiti legati al nucleo familiare.

Ciascun cittadino può usufruire di un solo bonus, per un solo acquisto, fino a un massimo di 200 euro.

Bonus terme presso le strutture non accredite al SSN, vale o la prenotazione deve essere annullata?

Le risorse destinate al bonus terme sono già esaurite. Ora si ci interroga sulla validità delle prenotazioni già effettuate soprattuto in riferimento ai servizi termali prenotati presso strutture che si sono registrate sulla piattaforma gestita da Invitalia ma che non hanno alcun accreditamento con il Servizio Sanitario Nazionale, SSN.

Cosa succede in questo caso? La prenotazione è valida oppure bisogna provvedere al suo annullamento?

Ebbene in merito all’utilizzo del bonus e alla sua eventuale cancellazione vale quanto segue:

  • il cittadino ha 60 giorni dalla data di emissione del bonus per iniziare a utilizzarlo e 45 giorni dall’inizio delle prestazioni per terminarle.;
  • la cancellazione può essere richiesta all’ente termale entro 60 giorni dalla data di emissione, purché non abbia già iniziato a fruire dei servizi.

La cancellazione è effettuata dall’ente termale in piattaforma Invitalia.

Venendo ora al quesito sopra esposto, in un’apposita FAQ, Invitalia ha chiarito che gli enti termali che si sono iscritti (accreditati) sulla piattaforma di Invitalia per entrare nel circuito del bonus terme,  devono possedere tre requisiti:

  • essere iscritti al registro delle imprese e risultare in attività;
  • presentare un codice ATECO 2007 96.04.20 “Stabilimenti termali” (primario, secondario o prevalente);
  • essere in possesso dell’autorizzazione all’apertura dell’attività termale rilasciata dall’ente competente. L’autorizzazione non deve essere scaduta.

Non è necessario che l’ente termale sia accreditato presso il Sistema Sanitario Nazionale, SSN.

Dunque, le prenotazioni effettuate presso le strutture termali non accreditate al SSN sono pienamente valide.

Argomenti: ,