Bonus terme: Invitalia pubblica le FAQ, ecco i chiarimenti per tutti

Con una serie di FAQ, Invitalia chiarisce una serie di aspetti legati al bonus terme le cui prenotazioni sono partite da ieri

di , pubblicato il
Con una serie di FAQ, Invitalia chiarisce una serie di aspetti legati al bonus terme le cui prenotazioni sono partite da ieri

Invitalia che gestisce la procedura ai fini del riconoscimento del bonus terme, ha pubblicato una serie di FAQ sull’agevolazione.

In considerazione dell’apertura della prenotazioni, noi di Investire Oggi riportiamo quelle che riteniamo possano essere di maggior rilievo.

Il bonus terme

Prima di riprendere le FAQ, è utile ricordare le principali peculiarità del c.d bonus terme.

Il Bonus terme consiste in uno sconto del 100% sul prezzo d’acquisto dei servizi termali prescelti, fino ad un importo massimo di 200 euro. La parte eccedente tale importo è a carico del contribuente.

Il bonus per l’acquisto di servizi termali è rivolto a tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia, senza limiti di ISEE e senza limiti legati al nucleo familiare.

Ciascun cittadino potrà usufruire di un solo bonus, per un solo acquisto, fino a un massimo di 200 euro. Le spese extra sono a suo carico.

La misura è gestita da Invitalia.

Le FAQ di invitalia

Proprio sul bonus terme, ha pubblicato una serie di FAQ.

Il bonus è prenotatile a partire da ieri 8 novembre, presso le strutture che si sono accreditate con l’apposita procedura prevista dal decreto MI.SE sull’apposita piattaforma.

Venendo alle FAQ se ne riportano le principali.

Quali sono i servizi termali ammessi al bonus?

È ammessa qualsiasi prestazione erogata da un ente termale accreditato, ad eccezione dei servizi di ristorazione e di ospitalità. I servizi ammessi includono trattamenti sanitari termali, esami diagnostici e visite specialistiche, trattamenti estetici e di benessere.

Cosa deve fare il cittadino per prenotare il bonus?
Per prenotare il bonus, il cittadino si deve rivolgere esclusivamente agli enti termali accreditati, contattandoli preferibilmente via email o attraverso il sito internet; gli enti termali sono gli unici autorizzati ad accedere alla piattaforma per la prenotazione.

Sarà pertanto l’ente termale a comunicare al cittadino la conferma della prenotazione, sulla base della capienza del fondo.

Quanto tempo ha il cittadino per utilizzare il bonus?
Il cittadino ha 60 giorni dalla data di emissione del bonus per iniziare a utilizzarlo e 45 giorni dall’inizio delle prestazioni per terminarle.

Dunque, è utilizzabile anche in più giorni.

Il cittadino può richiedere la cancellazione della prenotazione del bonus presso un ente termale?

Si, il cittadino può richiedere all’ente termale di cancellare la prenotazione, entro 60 giorni dalla data di emissione, purché non abbia già iniziato a fruire dei servizi. La cancellazione è effettuata dall’ente termale in piattaforma.

Fino a quando i cittadini possono richiedere agli enti termali la prenotazione del bonus?
I cittadini possono richiedere la prenotazione dei bonus fino a quando non si esauriscono i fondi. Le informazioni sulla dotazione del fondo sono pubblicate sul sito bonusterme.invitalia.it.

Argomenti: ,