Bonus teatro e spettacoli con utilizzo limitato: novità nel decreto fiscale

La comunicazione delle spese ammissibili al bonus teatro e spettacoli deve avvenire, salvo proroghe, entro il 15 novembre 2021

di , pubblicato il
Bonus teatro e spettacoli con utilizzo limitato: novità nel decreto fiscale

Al fine di consentire la verifica del rispetto del limite complessivo di spesa, fissato in 10 milioni di euro, il legislatore interviene sulle modalità di utilizzo del bonus teatro e spettacoli.

La novità è contenuta nel collegato fiscale alla legge di bilancio 2022 (decreto-legge n. 146 del 2021).

Bonus teatro e spettacoli

Il bonus teatro e spettacoli è un credito d’imposta riconosciuto in favore delle imprese che effettuano attività teatrali e spettacoli dal vivo, anche attraverso l’utilizzo di sistemi digitali.

Il beneficio è pari (teoricamente) al 90% delle spese sostenute nel 2020 e spetta a condizione che l’attività abbia subito, nell’anno 2020, una riduzione del fatturato di almeno il 20% rispetto al 2019.  Con il Provvedimento dell’11 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha definito criteri e modalità di applicazione e di fruizione dell’agevolazione e approvano il modello di comunicazione, con le relative istruzioni.

La comunicazione delle spese sostenute e necessaria per godere del credito d’imposta e deve essere inviata nel periodo 14 ottobre 2021- 15 novembre 2021. Solo dopo aver ricevuto le comunicazioni delle spese ammissibili con l’indicazione del credito teorico, l’Agenzia delle Entrate, determinerà (con ulteriore provvedimento, entro il 25 novembre 2021 e sulla base delle risorse disponibili), la percentuale fruibile.

Modalità di utilizzo: novità

La norma istitutiva del bonus teatro e spettacoli (art. 36 bis, comma 5, decreto-legge n. 41 del 2021) prevedeva che il credito d’imposta potesse essere utilizzato:

  • in compensazione nel Modello F24
  • oppure nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel quale è stata sostenuta la spesa.

Ora il collegato fiscale alla manovra di bilancio 2021, stabilisce che l’utilizzo sarà solo in compensazione nel modello F24 eliminando, invece, la seconda delle due possibilità.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,